UNA CELLA DI MATURAZIONE DELLA FRUTTA DENTRO AL CONTAINER: AL VIA IL PROGETTO DI INTERKO E FYFFES

Interko, specializzato nella progettazione ed installazione di celle di maturazione della frutta fresca, lancia una pionieristica tipologia di cella di maturazione della frutta all’interno dei container. Un progetto nato dopo cinque anni di ricerca e sviluppo in collaborazione con Fyffes, multinazionale di importazione e commercializzazione di frutta tropicale.

Nell’ultimo quinquennio Interko ha costruito, installato e testato 120 container di maturazione esclusivamente per Fyffes, ottenendo un sistema collaudato che, secondo il gruppo, offre un’opzione salvaspazio, multifunzionale e di alta qualità per la maturazione della frutta fresca in qualsiasi parte del mondo.

Come funziona questa nuova soluzione tecnologica? Viene costruita una cella di maturazione all’interno di un container refrigerato standard isolato, trasformando così il container stesso in una cella di maturazione. Il container può essere utilizzato per far maturare alla perfezione banane, avocado e mango, oltre ad altri frutti, come le albicocche, sia all’origine che nel mercato di destinazione.

La cella di maturazione in container di Interko apre una nuova porta di possibilità agli operatori che cercano di aggiungere valore alla loro frutta attraverso la maturazione. È stata progettata per soddisfare gli operatori che desiderano la flessibilità di spostare la loro cella in un luogo diverso con un camion o una nave; per coloro che hanno infrastrutture o spazi inadeguati per ospitare una cella di maturazione di dimensioni standard; per coloro che non possiedono un edificio e non possono investire in una struttura permanente, o per coloro che devono rispondere rapidamente a un picco della domanda sul mercato spot. Gli operatori hanno inoltre la possibilità di acquistare o affittare il sistema ideato da Interko.

Chris Maat, Direttore di Interko, commenta: “Interko ha tentato per la prima volta di progettare un contenitore di maturazione nel 1999, e ci sono stati altri tentativi nel settore. Ora, dopo aver lavorato con Fyffes negli ultimi cinque anni, abbiamo testato e perfezionato questo sistema fino al punto da avere 120 container operativi”.

Larga 2,6 metri e lunga di circa 12 metri, la cella di maturazione containerizzata Interko può contenere 20 pallet a grandezza naturale, ciascuno impilato con un massimo di 9 casse di frutta. In linea con la gamma Interko, il sistema è stato progettato tenendo conto dell’efficienza energetica ed è veloce da installare. Considerando le piccole dimensioni di un container, il design meccanico è fatto su misura. Può anche essere fornita una porta a rullo ad alta velocità. Il container viene fornito con una piccola sala di controllo.

Maat spiega: “Il vantaggio di avere uno spazio più piccolo è il volume ridotto di aria che è contenuto nella stanza, il che permette un controllo più diretto sul processo di maturazione, rispetto a una stanza di maturazione standard. L’operatore si affida ai sensori e al sistema di controllo, piuttosto che camminare lungo il corridoio centrale per monitorare lo sviluppo della frutta”.

Maat prosegue: “Abbiamo dimostrato negli ultimi cinque anni che è possibile far maturare la frutta alla perfezione senza controlli o ispezioni manuali. Infatti, abbiamo riscontrato un miglioramento della qualità della frutta proprio perché gli operatori devono seguire un rigoroso processo di maturazione tramite la sala di controllo, piuttosto che lasciarsi influenzare dalle ispezioni fisiche”.