PREZZI SOTTO AI COSTI DI PRODUZIONE, TAVOLA ROTONDA SUL TEMA

Perché i prezzi pagati agli agricoltori sono quasi sempre al di sotto dei costi di produzione? E come è distribuito il valore all’interno delle filiere agroalimentari?

Domande fondanti per il settore agricolo, che ormai da molti anni sta perdendo la sua capacità di fare reddito e di investire, domande alle quali si cercherà di rispondere nel corso della tavola rotonda: “Quando i prezzi sono ingiusti. Le sfide della cooperazione e della politica per il settore agricolo” organizzata da Cia-Agricoltori Italiani Imola, che si terrà il 21 aprile a partire dalle 19 sul canale YouTube dell’associazione (Cia Ferrara e Imola) e che sarà possibile seguire in diretta al link: https://bit.ly/webinar21aprileCiaImola. All’evento parteciperanno: Cristiano Fini, Presidente Cia Emilia Romagna; Alessio Mammi, Assessore regionale all’agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca; Cristian Maretti, Presidente nazionale Legacoop Agroalimentare; Andrea Segrè, professore ordinario di Politica agraria internazionale e comparata dell’Università di Bologna e ideatore dello spin off universitario Last Minute Market; Stefano Calderoni, presidente di Cia Ferrara e Giordano Zambrini, Presidente di Cia Imola al quale saranno affidate le conclusioni finali.

La tavola rotonda sarà suddivisa in due parti, collegate tra loro.  La prima avrà come filo conduttore le domande dei produttori frutticoli imolesi, delle video-testimonianze che verranno proiettate e che avranno come interlocutori primari i rappresentanti istituzionali e quelli della cooperazione.

Nella seconda parte, al quale parteciperanno naturalmente tutti gli ospiti, si farà il punto su: situazione generale dell’economia agricola del territorio imolese, le complesse dinamiche che determinano il prezzo dei prodotti agricoli e la necessità di scelte più “etiche” nel determinarli e la situazione economica e delle filiere nelle altre province.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.