UVA DI MAZZARRONE, PARTENZA IN NETTO ANTICIPO

La campagna dell’uva da tavola di Mazzarrone IGP quest’anno inizierà indicativamente il 10 maggio, quindi con grande anticipo rispetto agli anni scorsi.  La campagna 2021 si presenta con grappoli in condizioni ottimali. Le varietà precoci vengono coltivate in serra, per cui i vigneti non hanno risentito in alcun modo delle escursioni termiche registrate nei giorni scorsi e ciò ha permesso di fissare i tempi per le prime consegne.

Come spiega Giovanni Raniolo, presidente del Consorzio di tutela dell’Uva da Tavola di Mazzarrone IGP, I primi stacchi, infatti, come di consueto sono riservati alla distribuzione internazionale di nicchia, per poi procedere alle forniture verso la GDO italiana ed estera con l’aumento dei quantitativi raccolti. Quest’anno la produzione si presenta con un +5/10%: il dato è molto importante se si considera che l’uva di Mazzarrone è la prima uva della stagione prodotta in Europa ad arrivare sui mercati.

Si inizierà con la Black Magic, per proseguire con l’uva Victoria. Le due varietà precoci sono da considerarsi tradizionali del territorio e i consumatori sono ormai piacevolmente abituati a inaugurare la stagione dell’uva da tavola con i pregiati grappoli di Mazzarrone IGP.
Sale l’attesa anche per l’arrivo delle uve da tavola seedless di Mazzarrone. Le prime raccolte sono previste già a inizio giugno. Le estensioni di questi vigneti sono buone e in continua crescita.

La decisione presa qualche anno fa, di cominciare a coltivare uve senza semi bianche e rosse si è rivelata giusta, proficua e lungimirante.

Quest’anno, inoltre, il Consorzio di Tutela dell’Uva da Tavola di Mazzarrone IGP si è dotato di un nuovo sito web uvadimazzarroneigp.it, dalla grafica più accattivante e in linea con i temi della natura.