ESCLUSIVO: LE STRATEGIE CSO SUL RECOVERY FUND CONDIVISE CON GOVERNO E ASSOCIAZIONI AGRICOLE

Si chiama “Strategie e proposte per l’utilizzo in ortofrutta del Recovery Fund” il documento presentato e approvato in consiglio di amministrazione da CSO Italy che il Corriere Ortofrutticolo presenta in esclusiva.
Si tratta di 10 slides messe a punto dagli uffici del CSO e condivise in particolare con Fruitimprese, ACI e Assomela, e successivamente messe a conoscenza della Regione Emilia Romagna, del ministero delle Infrastrutture (col viceministro Bellanova) e del ministro Patuanelli. Anche il mondo agricolo è stato informato e in particolare Coldiretti ha garantito sostegno e appoggio in ogni sede. Come leggerete i temi trattati sono quelli al centro del Recovery e del PNRR, quindi competitività, logistica-porti, logistica e trasporto intermodale, digitalizzazione, sostenibilità.
Sul tema Porti, si chiede in specifico il rafforzamento del porto di Ravenna per accogliere navi container di maggior pescaggio e delle infrastrutture limitrofe di servizio (fitosanitario, ecc). Nel capitolo Logistica si chiede il rafforzamento del trasporto su rotaia sul modello intermodale verso il Centro/Nord Europa. Poi si chiedono più investimenti nella digitalizzazione delle imprese agricole e delle imprese di logistica. Infine occorre investire in nuove strutture per la frigo-conservazione e da ultimo si pone il problema dell’eccessivo costo del lavoro, che non sta nelle priorità del Recovery ma che è decisivo per la maggiore competitività delle imprese ortofrutticole.