GELATE, NUOVI AIUTI AGLI AGRICOLTORI DA PARTE DEL GOVERNO FRANCESE

Il governo francese ha varato nei giorni scorsi un nuovo aiuto pubblico per le imprese più colpite dalle gelate straordinarie che si sono verificate all’inizio dello scorso mese di aprile.

Sul piano operativo, ha indicato in una nota il ministero dell’Agricoltura, gli agricoltori potranno beneficiare di un aiuto sotto forma di anticipo rimborsabile. L’obiettivo è quello di sostenere la liquidità delle imprese e, al fine di accelerare al massimo i tempi, l’erogazione sarà effettuata in sede locale direttamente dai prefetti. Lo annuncia Agrisole.

L’aiuto, che ha un massimale pari a 20mila euro, è destinato agli agricoltori specializzati nella produzione di ciliege, pesche, nettarine, albicocche, prugne e uva da tavola. Inoltre, le perdite causate dalle gelate devono attestarsi almeno al 70% della produzione. L’aiuto potrà essere rimborsato dai beneficiari, portandolo in detrazione sull’ammontare dell’indennità che sarà corrisposta dal sistema assicurativo o dall’amministrazione.

Secondo il ministro francese dell’Agricoltura, Julien Denormandie, le gelate di inizio aprile “sono state probabilmente il più grande disastro agronomico del 21esimo secolo” e il governo ha già stanziato un miliardo di euro per la compensazione dei danni subiti dagli agricoltori.

Inoltre, sono state sospese le scadenze fiscali e il versamento degli oneri previdenziali. La revisione del sistema delle assicurazioni agevolate in agricoltura, anche in relazione al cambiamento climatico, è stata discussa in occasione della “Giornata della sovranità alimentare” che si è svolta il 18 maggio. Secondo il presidente della Repubblica, Emmanuel Macron, è indispensabile un aumento dello stanziamento pubblico per abbattere il costo sostenuto dagli agricoltori, senza escludere l’obbligo di sottoscrizione delle polizze.

Da segnalare, infine, che su richiesta dell’Italia, i testi in discussione per la riforma della Pac prevedono la possibilità di una trattenuta fino al 3% sulla dotazione finanziaria degli aiuti diretti agli agricoltori, per sostenere il sistema assicurativo e gli altri strumenti di gestione del rischio.

(fonte: AgriSole)