ECUADOR, PRIMO CARICO IN EUROPA DI AVOCADO HASS DA REGIONE DI SANTA ELENA

L’Ecuador esporta già avocado Hass, coltivato soprattutto negli altipiani del Paese, ma questa è la prima esportazione di avocado da Santa Elena, lembo di terra a ovest di Guyayaquil. La penisola gode di diversi vantaggi (qualità del suolo e del clima, ore di sole) e del dinamismo dei produttori per sviluppare nuove colture destinate all’export.

In queste ore è previsto l’arrivo in Europa il primo carico di avocado coltivato nella zona peninsulare della provincia di Santa Elena, in Ecuador. Il primo container di avocado Hass giungerà a Madrid e dopo sarà distribuito in diverse città della Spagna, come Barcellona, Madrid, San Sebastian e altre.

Nella provincia di Santa Elena, la produzione ha il vantaggio della qualità del prodotto e del rispetto di tutte le norme di tracciabilità richieste dal mercato — ultime tecnologie di irrigazione a goccia, lotta integrata e progettazione di depositi di imballaggio.

È la prima volta che i produttori esportano frutta dalla penisola di Santa Elena, avvalendosi per questo della consulenza di specialisti nazionali e stranieri che conoscono la logistica dell’esportazione.

Il primo carico è stato esportato da BDBlogic. Secondo Dávalos Barquet, direttore generale di BDBlogic, l’esportazione di avocado Hass verso i mercati europei e americani è una sfida per i produttori della penisola. Per conquistare quote di mercato, il livello di richiesta e di competitività è molto alto rispetto alle produzioni di Paesi come il Messico, il Perù o il Cile.

BDBlogic prevede di esportare complessivamente 14 container di avocado Hass quest’anno. Javier Davalos è ottimista per i prossimi cinque anni: sono infatti riusciti a stringere un’alleanza strategica con l’importatore che è rimasto soddisfatto della qualità della frutta.

(fonte: Fructidor)