CILE, PERICOLO GELO SUGLI AGRUMETI. A RISCHIO PARTE DELLA PRODUZIONE

In Cile, gli agrumeti sono stati investiti dal gelo all’inizio della settimana 26 (primi giorni di luglio). Nella regione di Valparaiso, la temperatura ha raggiunto -1,7°gradi, in Metropolitana e O’Higgins -2,3°C, in Maule -2,6°C, in Bío-Bío -2,7°C e in La Araucanía -2,8°C, secondo il Dipartimento Meteorologico Cileno. A riferirlo il Comitato Agrumi di ASOEX, associazione degli esportatori ortofrutticoli cileni.

Produttori ed esportatori stanno effettuando valutazioni sul campo e, per il momento, è ancora troppo presto per una stima precisa dei danni.

Il Comitato Agrumi ASOEX assicura che le gelate non hanno interessato tutte le zone e i frutteti allo stesso modo. La maggior parte dei frutteti in queste zone sono situati nelle valli, e quindi sono più protetti dal freddo, oppure sono dotati di un sistema di controllo del gelo. Inoltre, i coltivatori avevano privilegiato varietà con maggiore tolleranza al freddo.

Il comitato ha messo a punto un manuale d’azione perché i coltivatori e gli esportatori possano seguire un certo piano di lavoro per evitare che i frutti danneggiati vengano esportati. Piano che prevede la sospensione temporanea della raccolta nelle aree danneggiate fin quando i frutti non saranno controllati per confermare la conformità ai requisiti di esportazione e l’installazione di termografi nei frutteti.
Sono attesi a breve riscontri sui danni delle gelate.