FINI (CIA EMILIA ROMAGNA): “SERVE SCARICA DI ADRENALINA PER LA FILIERA”

“La perdita di un comparto come quello pericolo rischia di trascinare nell’oblio una filiera con un indotto di milioni di euro, dove i primi a subirne le conseguenze sono i produttori agricoli. Serve una scarica di adrenalina per riportare nella giusta direzione l’intera filiera e bene ha fatto l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi, a sollecitare il Dicastero agricolo affinché si possa uscire al più presto da questa fase critica”.

È il commento del presidente di Cia agricoltori italiani dell’Emilia Romagna, Cristiano Fini (nella foto), che apprezza il tono ed i contenuti delle richieste avanzate da Mammi al Mipaaf, proposte che le associazioni agricole hanno condiviso con l’assessore regionale all’Agricoltura.“Ora attendiamo risposte concrete dal Ministro Patuanelli – sottolinea Fini – dopo che la Regione ha messo in campo proposte a supporto della frutticoltura che da tre anni sta segnando il passo a causa di più fattori avversi, a partire da clima avverso e parassiti.Il prossimo 22 luglio Mammi ha convocato un incontro, fortemente richiesto da Cia e dalle associazioni agricole, in cui verranno messi al centro il credito – aggiunge Fini – che è determinante per le imprese, oltre ai progetti poliennali per il rilancio del settore nonchè la richiesta di risorse previste dal Decreto Sostegni Bis, dalla legge 102 e dalla Legge di stabilità”.