PERE, PREZZI ALLE STELLE A CAUSA DELLE CONSEGUENZE DI GELATE, CIMICE A ALTERNARIA

Nella Borsa della Spesa di questa settimana, elaborata da BMTI sui dati rilevati nei mercati all’ingrosso appartenenti alla Rete di imprese Italmercati, spiccano i prezzi molto elevati delle pere.

Le gelate della scorsa primavera, infatti, insieme all’alternaria, un fungo che da anni colpisce i peri e la cimice asiatica, hanno determinato una riduzione della produzione di questo prodotto, provocando un forte aumento dei prezzi rispetto a un anno fa.

Nel dettaglio, le varietà più colpite risultano le pere Abate, molto sensibili all’alternaria, di calibro medio e grande con prezzi che si attestano rispettivamente sui 2,73 euro/Kg e 3,75 euro/Kg (+72,63% nel primo caso e +69,44% nel secondo rispetto al 2020). Per tutte le altre varietà si registrano aumenti che vanno da + 28,42% a +52,63%, sempre rispetto a un anno fa.

 

Per ulteriori dettagli leggi la Borsa della spesa dell’1 ottobre