IMBALLI DI PLASTICA RICICLATI “AD ANELLO CHIUSO”, INTESA TRA FEDERDISTRIBUZIONE E CONIP

Al via un protocollo d’intesa tra Federdistribuzione e Conip, Consorzio Nazionale Imballaggi Plastica per sostenere il progetto “Usa & Recupera”. L’iniziativa prevede la promozione del sistema “ad anello chiuso”, che utilizza materiali in plastica riciclata per la produzione di casse, pallet e dotazioni destinate all’allestimento dei reparti di ortofrutta nei punti vendita della Distribuzione Moderna.

Ad oggi, l’applicazione del sistema ad “anello chiuso” permette di risparmiare in un anno oltre 51 milioni di euro di importazioni di petrolio e il ricorso a 140.000 tonnellate di materia prima vergine oltre a evitare l’utilizzo di 628 milioni di litri d’acqua e ridurre emissioni equivalenti a 155.000 tonnellate di CO2.
Il sistema porta dunque in dote risultati tangibili ed è un esempio concreto di economia circolare applicata ai processi aziendali: i materiali per il contenimento e l’esposizione dell’ortofrutta, realizzati con plastica riciclata, dopo il loro regolare utilizzo, vengono ritirati e dunque avviati alle procedure di riciclo dando vita a nuovi imballaggi, pronti per essere riutilizzati, alimentando così un circolo virtuoso.

Attraverso questo accordo le aziende associate a Federdistribuzione, che hanno una presenza capillare su tutto il territorio nazionale, potranno contribuire ad incrementare i risultati già ottenuti dal sistema di raccolta e riutilizzo degli imballaggi targati Conip.

“Il reparto ortofrutta ha un ruolo centrale per le nostre aziende ed è ad alta rotazione di prodotti. Applicare qui un sistema di recupero e riutilizzo di materiali è un esempio di come si possano combinare risultati significativi in termini di sostenibilità ambientale a vantaggi sul piano gestionale ed economico. Le competenze delle aziende della Distribuzione, unite all’esperienza acquisita da Conip, consentiranno di fare un ulteriore passo nella gestione e recupero di importanti materie prime, a vantaggio della collettività”, ha commentato Alberto Frausin, Presidente di Federdistribuzione.

“L’accordo raggiunto tra CONIP e Federdistribuzione rappresenta un arricchimento del sistema virtuoso adottato dal Consorzio a livello nazionale e fondato sui principi dell’economia circolare.  Un impegno concreto delle parti dettato dalla volontà di incrementare un modello di gestione che produce vantaggi ambientali, economici e sociali di grande rilievo. La capacità del Consorzio di migliorare i processi produttivi degli imballaggi attraverso l’utilizzo di materiale riciclato per la produzione di casse idonee al contatto diretto con ortofrutta e il servizio di ripresa ed avvio al riciclo presente sull’intero territorio nazionale, insieme alla concretezza delle aziende della distribuzione, molto attente alle problematiche ambientali, rappresenta un modello di gestione efficace, efficiente ed economico”, ha commentato Arnaldo Satanassi, Presidente di CONIP.