L’ALBANIA PUNTA A RADDOPPIARE L’EXPORT IN EUROPA OCCIDENTALE. INTERVISTA ALLA MINISTRA

L’Albania, Paese partner dell’edizione di Fruit Attraction di quest’anno, punta a più che raddoppiare l’export ortofrutticolo verso i Paesi dell’Europa occidentale; contemporaneamente si candida a possibile produttore di kiwi per Zespri.

Nel parliamo in un’intervista esclusiva per Il Corriere Ortofrutticolo, con Frida Krifca (nella foto), neo-ministra albanese dell’agricoltura, appena nominata, intervenuta nella giornata inaugurale della fiera per promuovere la partnership con Fruit Attraction e per presentare il settore ortofrutticolo albanese, in forte crescita, ai grandi player presenti al trade show madrileno.
Quali sono le linee politiche del governo albanese, per il settore ortofrutticolo e in genere agricolo?
“È un settore molto importante per il nostro Paese – ci spiega Krifca – perché attualmente rappresenta il 20% del PIL ed il 40% dell’occupazione. Per questo è molto attenzionato dal Governo che sta lavorando su diversu piani per sostenerlo: da quello fiscale, alla creazione di opportunità di business, agli aiuti diretti sia per gli agricoltori che per i trasformatori di modo da potere implementare la catena del valore nel Paese”.
Come si traduce in termini operativi, questa politica, per le aziende agricole?
“Ad esempio, stanno incrementando la loro capacità di stoccaggio aumentando sia le dimensioni che il numero dei magazzini. Abbiamo inoltre importanti obiettivi sul piano dell’export”.
Di che si tratta?
Puntiamo ad aumentare la quota di export ortofrutticolo, soprattutto verso i Paesi dell’Europa Occidentale, dagli attuali 400 milioni di euro a circa un miliardo. Si tratta di una crescita del 150%, quasi il triplo, rispetto a quanto esportiamo adesso”.
Quali sono i prodotti principali sui quali puntate?
“Siamo favoriti da un clima ottimale che ci permette di lavorare bene sulle produzioni precoci. I nostri punti di forza sono gli agrumi, che coltiviamo nelle zone di confine dove abbiamo circa 400-500 ettari e adesso anche il kiwi, coltivato nelle aree centrali del Paese”.
Puntate a diventare fornitori di Zespri, il ‘big one’ della Nuova Zelanda?
“Sono qui in visita ufficiale proprio per presentare il settore agricolo albanese ai grandi player e capire come lavorano”.
Riguardo alla partnership con Fruit Attraction, potrebbe tradursi in una partnership con una fiera albanese di settore?
“Non è esclusa una partnership di questo genere ma è ancora tutto da discutere. Ho in programma un incontro con il ministro dell’Agricoltura spagnolo, Luis Planas. Magari ne parleremo”.
Mariangela Latella