UNAPROA CELEBRA LA GIORNATA MONDIALE DELL’ORTOFRUTTA

UNAPROA con l’Alleanza Globale per la Promozione del consumo di ortofrutta 5 volte al giorno (AIMA5) celebra il 15 ottobre la nona edizione della Giornata Mondiale dell’Ortofrutta all’insegna dello slogan “Frutta e verdura per sistemi alimentari sostenibili e sani”.
Unaproa dal 2016 aderisce all’AIAM5 un Foro di Collaborazione senza scopo di lucro che raggruppa 40 tra organizzazioni e associazioni internazionali di 32 paesi in tutto il mondo impegnate a promuovere il principio del consumo di frutta e verdura “5 al giorno”.  Il Comitato Scientifico dell’Alleanza AIMA5, ha svolto una consultazione esplorativa, alla quale hanno partecipato 24 dei suoi partner ed ha raccolto informazioni sul consumo di ortofrutta, raccomandazioni e politiche per promuovere il consumo di questi alimenti essenziali nella dieta.

I risultati preliminari mostrano che solo 2 dei 18 paesi che hanno riportato dati sui consumi raggiungerebbero l’obiettivo di consumare almeno 400 grammi di frutta e verdura per persona al giorno. Il consumo più alto sarebbe dell’Italia con 461 grammi seguita dal Cile con 422 grammi, mentre quelli che riportano il consumo più basso sono l’Argentina con 160 grammi ed il Brasile con 134 grammi. Tra i Paesi con una percentuale più alta della popolazione che consuma almeno 5 porzioni al giorno, spiccano Costa Rica (35,9%), Nuova Zelanda (32,5%), Canada (28,6%) e Finlandia (26,8%). C’è una tendenza generale che mostra come con l’aumentare dell’età aumenta anche l’assunzione di ortofrutta. È importante sottolineare che in termini di convenienza ortofrutticola, la spesa continua ad essere elevata, superando la media annua di $ 630 USD che rappresenterebbe il 18% del paniere alimentare.

La raccomandazione più comune è quella di consumare “almeno 5 porzioni al giorno” di F&V, e 20 paesi includono raccomandazioni specifiche per frutta e verdura separatamente, con “3 o almeno 3 porzioni al giorno di frutta” e “almeno 2 porzioni al giorno di verdure”. 18 paesi includono succhi al 100%, specificando “senza zuccheri aggiunti” e limitando il loro consumo a non più di 1 porzione al giorno.
Per quanto riguarda le politiche pubbliche che supportano la promozione del consumo di ortofrutticoli, 19 paesi hanno segnalato politiche e/o programmi nazionali per promuovere il consumo di ortofrutta, tuttavia, nel condurre un’indagine esaustiva, solo 7 avevano piani, leggi o decreti nazionali a sostegno di politiche e/o programmi.

La maggior parte dei paesi ha riferito di avere campagne di comunicazione F&V e sebbene ci siano siti web che promuovono “5 al giorno”, pochissimi hanno il sostegno del governo. Per quanto riguarda la regolamentazione dello spreco alimentare, va notato che 8 paesi hanno riferito di non avere delle linee guida nazionali per evitare e gestire lo spreco alimentare.

I partner AIAM5 sono impegnati a promuovere il consumo di frutta e verdura come elemento essenziale per realizzare sistemi alimentari più sani e sostenibili. Tra le tante attività previste per quel giorno, spicca la campagna di comunicazione “CelebrateFresh!” (Celebra il Fresco). Unaproa per conto di AIAM5, invita tutti ad unire le forze nel TWITTER BLITZ, con l’obiettivo che il 15 ottobre 2021 in occasione del WFVD, gli hashtag #CelebrateFresh! # IYFV2021 # WFVD2021, diventino una tendenza. Inviamo tutti un tweet tra le 9 e le 10 del mattino della propria ora locale.
Tutte le informazioni su questa edizione della Giornata Mondiale della Frutta e della Verdura 2021 ed i dati dell’indagine in anteprima sono consultabili: http://ifava.org/wfvd/2020_9th-edition/