CILE, EXPORT IN LIEVE CRESCITA, MA CALANO GLI INVII IN EUROPA

Continua a salire l’export ortofrutticolo cileno. Nella stagione 2020-21 si è registrato un leggero aumento (+1,2%) dei volmi rispetto a quanto esportato l’anno precedente. Le principali destinazioni sono state: Stati Uniti, Cina-Hong Kong, Paesi Bassi, Colombia e Regno Unito.
Secondo ASOEX (Asociación de Exportadores de Frutas de Chile AG), l’export di frutta 2020/21 si è conclusa con un totale di 2.567.717 tonnellate spedite ai vari mercati mondiali (+1,2%).
Principale destinazione in termini di volume è stata il Nord America (USA e Canada), con un totale di 822.479 tonnellate (+0,5% rispetto alla stagione scorsa). Seguita dall’Asia, con 737.434 tonnellate (+16,6%) e dall’Europa, con 511.846 tonnellate (-7,5%), in calo. In America Latina sono state inviate 427.936 tonnellate (-1,7%) e in Medio Oriente 68.032 (-28,2%).
Per quanto riguarda nello specifico i Paesi, le prime cinque destinazioni sono state gli USA, con 776.533 tonnellate ricevute, Cina-Hong Kong con 521.723 tons, Paesi Bassi con 206.351 tons, Colombia con 97.733 tons e Inghilterra con 89.482 tons.
Frutta
I principali frutti esportati dal Cile, in termini di volume, sono stati: mele (636.145 tonnellate, +1,8% rispetto alla stagione precedente), uva da tavola (536.448 tonnellate, -11,2%), ciliegie (352.474 tonnellate, +54,2%), kiwi (142 778 tonnellate, -1,7%), prugne (121.213 tonnellate, -3,4%), pere (120.460 tonnellate, +6,9%), mirtilli (117.640 tonnellate, +7,7%), mandarini (99.767 tonnellate, -19,2%), limoni (96.623 tonnellate, +11,7%) e arance (93.152 tonnellate, -2,2%).
Principali destinazioni
Il principale frutto inviato in Estremo Oriente è stato la ciliegia (334.566 tonnellate), mentre per gli Stati Uniti è stata l’uva da tavola con 256.945 tonnellate. Mela principale frutto inviato in America Latina (248.045 tonnellate), Europa (171.083) e Medio Oriente (47.609).
Aree di esportazione
Le cinque principali regioni esportatrici, in ordine decrescente, sono state: Regione VI (O’Higgins) con una quota del 29,9% delle spedizioni totali, Regione VII (Maule) con il 25,9%, Regione Metropolitana di Santiago con il 12,5%, Regione V (Valparaíso) con l’11,3% e Regione IV (Coquimbo) con il 9,3%.
Per la prossima campagna 2021/22, ASOEX prevede di arrivare a volumi molto simili alla stagione passata.