VERONAMERCATO, PIANO DI INVESTIMENTI TRIENNALE INCENTRATO SU LOGISTICA E SOSTENIBILITÀ

Veronamercato compie 18 anni e si regala un piano di investimenti improntato sulle linee guida del PNRR: catena del freddo per migliorare la logistica interna, nuovi impianti fotovoltaici per l’autosufficienza energetica, risorse per la lotta agli sprechi.

Nello specifico il piano prevede una nuova infrastruttura da 27.500 quadrati come completamento di un’area interna al Mercato.

Prevista poi la realizzazione di celle presso testate nel Mercato con ambienti a temperatura controllata nelle testate di carico nord e sud per quasi 10mila metri quadrati, oltre a 626 posti auto coperti con contestuale installazione di tettoie fotovoltaiche.

“Una strategia di sviluppo che tiene conto dell’appartenenza ad Italmercati, la Rete di imprese che riunisce i 18 maggiori mercati italiani – sottolinea Michele Gruppo, presidente di Veronamercato – con l’obiettivo, tra l’altro, di porsi quale interlocutore nazionale per intercettare ed investire al meglio le risorse che il Recovery Plan renderà disponibili. Ciò non solo a vantaggio dei soci per le specifiche iniziative locali, ma anche per il sistema nel suo complesso, con investimenti in ambito digitale (tracciamento merci e supporto all’e-commerce), ed infrastrutturale (razionalizzazione della logistica intermodale) attraverso il coinvolgimento dell’Unione degli Interporti Riuniti avvenuto formalmente con la sottoscrizione del protocollo di intesa del luglio 2021”.
“Tanti i Mercati della nostra rete presenti oggi a Verona per condividere questo momento importante per Veronamercato e sostenere il ruolo fondamentale che questo Mercato sta svolgendo a livello nazionale e internazionale – sottolinea Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati -. Il numero 18 è magico per Veronamercato che compie 18 anni in questa nuova sede e anche per Italmercati che proprio in queste ultime settimane ha raggiunto quota 18 aderenti alla nostra rete. La giornata di oggi conferma la nostra capacità di condividere progetti, spingere sulla internazionalizzazione dei Mercati, sviluppare buone pratiche che applichiamo in modo coerente in tutta Italia”.