POMODORI, AMPIO CONSENSO NELLA FILIERA PER IL CUORE DI BUE ARALDINO DI RIJK ZWAAN

Alti standard produttivi nelle più diverse condizioni pedoclimatiche, consistenza e forma elegante, ottime prestazioni da Nord a Sud Italia, dal primo all’ultimo palco anche con alte temperature. Queste le principali caratteristiche di Araldino RZ F1, il cuore di bue di Rijk Zwaan, multinazionale olandese leader nella ricerca e commercializzazione di sementi da orto per professionisti del settore.
Questa varietà di pomodoro di recente introduzione ha raccolto ampio consenso in tutte le fasi della filiera. Un successo riscontrato sin dalle prove in campo che hanno evidenziato ottime performance, rilevanti sia per chi produce sia per chi vende. Per caratteristiche qualitative, la varietà eguaglia due prodotti storici come Rugantino RZ F1 e Meneghino RZ F1, migliorandone, oltre alle resistenze genetiche, anche struttura della pianta, produttività, e pezzatura. Araldino RZ F1 copre il ciclo primaverile ed estivo ed è resistente ai principali patogeni tra i quali Cladosporium fulvum e TSWV (virus dell’avvizzimento maculato del pomodoro).
La varietà costituisce un buon investimento per i produttori, grazie all’allegagione abbondante e alla bassa sensibilità al marciume apicale, che permette scarti ridotti sia nei trapianti estivi che in quelli primaverili. Anche in condizioni estreme di forte caldo, la produzione si è confermata un successo. L’uniformità di pezzatura e la forma, inoltre, ne facilitano il confezionamento, determinando un forte apprezzamento anche a livello commerciale. I consumatori, infine, lo scelgono per la lunga conservabilità e l’assenza di spalla gialla, per la sua bontà e versatilità di utilizzo, sia da verde che da rosso.
“Il frutto è di media costolatura e con un peso medio di oltre 250 grammi. È interessante perché il fondo piatto e l’elevata uniformità favoriscono le operazioni di calibrazione e confezionamento. Il viraggio lento e la colorazione finale omogenea possono supportare la vendita su alcuni mercati. L’elevata consistenza e l’ottima shelf-life, inoltre, permettono al prodotto di rimanere in commercio più a lungo”, sottolinea Gerardo Colucci, Crop Specialist Pomodoro Rijk Zwaan.
“La buona riuscita della campagna di Araldino RZ F1 è un risultato straordinario per l’azienda, che testimonia l’interesse per lo sviluppo di un’area di ricerca strategica in Italia – commenta Andrea Luca Launeck, Managing Director di Rijk Zwaan Italia. Questa varietà è l’incontro tra la qualità offerta dalla genetica Rijk Zwaan e le attuali esigenze agronomiche richieste dal mercato. Confermiamo la nostra capacità di innovare senza perdere di vista il confronto con gli attori della filiera, rispondendo alle loro necessità attraverso soluzioni d’avanguardia”.
Araldino RZ F1 anno dopo anno cresce sul mercato, prendendo quote sempre più ampie in tutte le aree di produzione. Al termine della stagione autunnale, la varietà ha raccolto ampi consensi in tutte le fasi della filiera e il bilancio finale è più che positivo.
Buon cuore non mente! Guarda il video di una produzione estiva di Araldino RZ F1.