ECONOMIA CIRCOLARE, LA STRATEGIA SOSTENIBILE DI IFCO

IFCO, leader mondiale nella fornitura di imballaggi in plastica riutilizzabili per alimenti freschi (RPC), presenta la sua strategia ESG 2025 (Environment, Social and Governance), per contribuire a rafforzare ulteriormente l’economia circolare.

Gli obiettivi principali di questo approccio sono la lotta al cambiamento climatico, un crescente impegno a favore di diversità ed inclusione, la riduzione dello spreco alimentare e del ricorso ad imballaggi monouso.

Insieme alla propria strategia ESG, IFCO ha presentato il suo primo rapporto dedicato a tali aspetti, che si concentra su alcuni tra gli argomenti più importanti del mercato di riferimento: la prosperità del business, del pianeta e della società e la conformità agli standard globali come quelli stabiliti dalla Global Reporting Initiative, il SASB (Sustainability Accounting Standards Board e il Patto mondiale delle Nazioni Unite.

Il modello di business di IFCO affonda le proprie radici nei principi dell’economia circolare da quando l’azienda è stata fondata, quasi 30 anni fa.

 

Di recente, IFCO ha ricevuto la certificazione “Cradle to Cradle Certified® Silver” per la sua gamma di RPC Lift Lock. Gli RPC di IFCO vengono riutilizzati fino a 120 volte, puliti e disinfettati e, al termine del ciclo di vita, granulati e impiegati per produrre nuovi RPC.

Questo processo offre una serie di benefici in termini di impatto ambientale: ad esempio, la sensibile riduzione delle emissioni di CO2 e del consumo di acqua e energia rispetto agli imballaggi monouso, oltre ad un minor spreco alimentare e alla generazione di meno rifiuti da smaltire in discarica.

In qualità di leader mondiale nel trasporto sostenibile di alimenti freschi, IFCO vuole incoraggiare e supportare i produttori, i rivenditori e i consumatori nel fare la propria parte a tutela dell’ambiente, contribuendo a realizzare una supply chain sempre più efficiente dal punto di vista dell’utilizzo ottimale delle risorse.

Nel 2021, I clienti di IFCO hanno potuto ridurre fino al 60% le emissioni di CO2 generate dalle loro supply chain rispetto a quanto avviene con l’utilizzo di imballaggi monouso.

 

La nuova strategia rafforza l’impegno per delle supply chain in grado di ottimizzare l’utilizzo delle risorse.

IFCO ha adottato già da tempo le misure necessarie a rendere le proprie attività il più possibile rispettose dell’ambiente. Ad esempio, i materiali utilizzati sono riciclati e al termine del ciclo di vita vengono riutilizzati per dare vita a nuovi RPC. Questo modello di business ha consentito a IFCO di ottenere anche il livello Gold nella  Certificazione Cradle to Cradle nella categoria relativa al “Riutilizzo dei materiali”.

Inoltre, IFCO riduce ulteriormente le proprie emissioni di CO2 ottimizzando la propria rete e utilizzando il trasporto multimodale.

L’azienda è altresì impegnata nel miglioramento delle tecnologie presso i propri centri di lavaggio, al fine di massimizzare il riutilizzo dell’acqua e ridurre i consumi energetici attraverso sistemi a ciclo chiuso.

Un altro aspetto nel quale IFCO investe molto è la collaborazione con i banchi alimentari di tutto il mondo, al fine di ridurre il più possibile lo spreco alimentare e offrire sostegno alle persone in difficoltà.

“Abbiamo già raggiunto degli importanti traguardi in termini di sostenibilità ma siamo consapevoli che si possa e si debba fare di più. Insieme ai nostri Partner, lavoriamo ogni giorno al fine di rendere il nostro modello di business sempre più rispettoso dell’ambiente. La nostra nuova strategia ESG ci accompagnerà nel cammino verso il raggiungimento del nostro scopo: la realizzazione di una supply chain degli alimenti freschi sostenibile ed in grado di avere un impatto positivo sul pianeta e sulla società” spiega Michael Pooley, CEO di IFCO.

IFCO è recentemente diventata uno dei firmatari del Patto mondiale delle Nazioni Unite, supportandone i dieci principi e rafforzando il proprio impegno a favore dei diritti umani, lavoro, sostenibilità ambientale e anti-corruzione.

Tre i pilastri sui quali si basa la strategia ESG di IFCO con l’obiettivo di alimentare ed incentivare l’economia circolare:

  • Thriving Business (Prosperità per il Business) – IFCO punta a mettere a punto supply chain di alimenti freschi in grado di far fronte alle sfide del futuro attraverso l’economia circolare, l’innovazione e la migliore gestione aziendale. In particolare, l’azienda mira a raddoppiare i benefici ambientali per le catene di approvvigionamento dei suoi clienti, oltre a implementare politiche adeguate, programmi di formazione e ampliare le collaborazioni con i clienti
  • Thriving Planet (Prosperità per il Pianeta) – Per proteggere e rigenerare ulteriormente le risorse naturali, IFCO sta compiendo un ulteriore passo avanti rispetto al suo modello Share & Reuse. Per esempio, l’azienda mira a raggiungere operazioni a zero emissioni di carbonio entro il 2025 e emissioni nette zero in tutta la sua catena del valore entro il 2040. Inoltre, IFCO sta lavorando per eliminare completamente i rifiuti solidi.
  • Thriving Society (Prosperità per la Società) – IFCO è un luogo di lavoro sicuro e attento ai temi della diversità e dell’inclusione. L’azienda punta a raggiungere il 40% di donne in posizioni manageriali e si impegna costantemente per migliorare la soddisfazione dei dipendenti. Inoltre, IFCO è un pioniere nel campo della salute e della sicurezza e lavora per ridurre lo spreco alimentare attraverso la cooperazione con i banchi alimentari di tutto il mondo e tramite la messa a punto di soluzioni innovative.

Come illustrato nel Report ESG, gli obiettivi di IFCO per il 2025 sono allineati agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. In particolare, la natura circolare del modello di business di IFCO punta ad accompagnare i clienti nel raggiungimento dell’obiettivo di sviluppo sostenibile 12, che riguarda la “garanzia di modelli di consumo e produzione sostenibili”. La strategia ESG di IFCO rispecchia la sua volontà di prosperare in un contesto di economia circolare e di creare, insieme ai propri partner, un futuro migliore per i suoi dipendenti, clienti e società.