MCGARLET, AL VIA LA STAGIONE DEL LITCHI DEL MADAGASCAR

l litchi è un frutto di origine cinese che è ormai entrato a far parte anche delle abitudini di consumo europee. La sua stagionalità lo ha reso negli anni uno dei frutti caratteristici del periodo delle festività natalizie, la sua disponibilità si concentra nei mesi di dicembre e gennaio nei principali Paesi di produzione dei quali il Madagascar è il maggiore.
Lo Stato africano è oggi uno dei principali produttori di litchi a livello mondiale e primo esportatore verso l’Europa. Nonostante l’origine asiatica della pianta, in Madagascar ha trovato un terreno di coltivazione particolarmente fertile, incrementando significativamente la sua importanza per l’economia del Paese.

Secondo le ultime stime oltre 300.000 lavoratori locali traggono il proprio reddito annuale, direttamente o indirettamente, dalla sua coltivazione e commercializzazione. La parte dell’isola maggiormente coinvolta è quella orientale dove la produzione si basa soprattutto sul lavoro dei piccoli agricoltori ed è l’unica fonte economica dei villaggi più remoti.

McGarlet ha intessuto forti relazioni con i produttori e gli esportatori malgasci riuscendo, per la stagione 2021/2022, non soltanto a mantenere i livelli di importazione degli anni precedenti, ma anche ad anticipare gli arrivi offrendo al mercato italiano un prodotto di elevata qualità.
Il contesto logistico reso poi difficile dalla nota crisi dei noli e della mancanza di contenitori refrigerati caratterizza ormai da mesi il mercato mondiale e complica la logistica delle esportazioni anche nel settore ortofrutticolo.
Per la campagna 2021 McGarlet è in grado di consegnare il prodotto già dall’ultima settimana di novembre con i primi carichi, già disponibili, provenienti appunto dal Madagascar.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.