L’OSCAR DELL’ORTOFRUTTA 2022 A SIMONA RUBBI E GIULIA MONTANARO

Un premio alla simpatia, alla professionalità e all’impegno. Un premio ad un incarico delicato portato avanti insieme con concretezza.
Simona Rubbi di CSO Italy e Giulia Montanaro di Assomela hanno vinto, per il loro lavoro a favore dell’internazionalizzazione e dell’apertura di nuovi mercati all’ortofrutta italiana, l’Oscar dell’Ortofrutta 2022. 
La vittoria è arrivata nella notte del 27 maggio a Roma Cinecittà, a conclusione della giornata dei Protagonisti dell’Ortofrutta Italiana.
Come da tradizione, l’Oscar dell’Ortofrutta è stato il risultato di una votazione aperta alle aziende presenti all’evento, nel corso del quale era stata in precedenza annunciata la terna selezionata da una giuria composta dal presidente di Fruitimprese Marco Salvi, dal presidente di Italia Ortofrutta Unione Nazionale Gennaro Velardo, dal presidente di CSO Italy Paolo Bruni, dal presidente di Italmercati Fabio Massimo Pallottini, dal presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti e dalla direzione del Corriere Ortofrutticolo. Nella terna Rubbi e Montanaro erano entrate da outsider, affiancando gli imprenditori Rosario Moncada di Ispica, un grande delle produzioni in serra siciliane, e Florian Gostner, altoatesino, titolare della Fri-El Green House, parte di un Gruppo leader nelle energie rinnovabili che ha deciso di investire nell’ortofrutta in Emilia Romagna puntando sulle tecnologie di produzione più avanzate.
La terna era stata selezionata dalla lista dei dieci Protagonisti, che comprendeva anche Nunzio Busacca di OPAS Mazzarrone, Alessandra e Laura Damiani di Orsini&Damiani, Sante del Corvo di Covalpa Abruzzo, Roberto Giadone di Natura Iblea (cui è stato assegnato il “Green Innovation” di BPER Banca), Paolo Merci di Veronamercato, Paolo Pari di Almaverde Bio, e Nicola Pizzoli di Pizzoli SpA, premiati in prima serata.

Da sinistra: Paolo Bruni, Giulia Montanaro, Antonio Felice, Lorenzo Frassoldati, Simona Rubbi

Ottantanove le aziende aventi diritto di voto (su 220 presenze), 65 i voti espressi e depositati nell’apposita urna, 62 i voti validi. Sei voti sono andati a Florian Gostner, 22 a Rosario Moncada e 34 all’accoppiata Rubbi-Montanaro. Lo spoglio è avvenuto pubblicamente, il risultato è stato annunciato da Paolo Bruni, seguito da un lungo applauso nello scenario suggestivo del set della Roma Antica di Cinecittà, lo stesso utilizzato per la premiazione dei David di Donatello del Cinema Italiano il 3 maggio scorso e, in precedenza, per le scene di serial e di famosi colossal del cinema internazionale.
Nel pomeriggio, le premiazioni dei Protagonisti e della Selezione Under 35, coordinate dal presidente di CSO Italy Paolo Bruni, sono state precedute dal seminario sull’Immagine e le immagini dell’ortofrutta italiana, coordinato nella prima parte da Claudio Scalise, managing partner di SGMarketing, e nella seconda da Antonio Felice, direttore dell’editoriale di Gemma Editco. Al seminario, che ha lanciato spot, campagne social e due reportage (uno dal punto vendita Alì di Rossano Veneto, con l’intervento del responsabile dei prodotti freschi del Gruppo Alì-Aliper, Giuliano Canella; l’altro da un mercato rionale di Roma con l’intervento del direttore generale del CAR, Fabio Massimo Pallottini), hanno partecipato Albino Carli, Massimiliano Del Core, Mario Gasbarrino, Benjamin Laimer, Christian Nicodemo, Paolo Pari, Marco Salvi, Nicola Spanu e Gennaro Velardo.
In apertura, dando il benvenuto ai 220 presenti, il direttore del Corriere Ortofrutticolo Lorenzo Frassoldati ha ricordato il significato di un’iniziativa nata quasi per scherzo dieci anni fa e diventata l’appuntamento più esclusivo del settore ortofrutticolo nazionale.
Il decennale di Protagonisti è stato sponsorizzato da Fragola Matera®, marchio del Gruppo Nicofruit, Unitec, BPER Banca e Centro Agroalimentare Roma CAR e ha goduto della partecipazione speciale di Alì Supermercati.
Ha goduto inoltre del contributo di VIP, VOG, Melinda e del Consorzio Produttori Patate Associati – Patata della Sila IGP.
Durante i momenti conviviali si sono degustati fragole a marchio Matera e prodotti tipici dell’Agro Pontino, gentilmente offerti dalle OP COS, Eurocirce e Funghidea. Un’importante cantina del Lazio, la Casale del Giglio, ha offerto una degustazione dei suoi vini migliori.
L’evento ha goduto infine della collaborazione di Regione Lazio-ARSIAL.
Qui sotto il link al video riassuntivo dell’evento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.