IL PROGETTO SILASALAD IN CRESCITA: AUMENTANO LE RICHIESTE DI INGRESSO

Il Progetto SilaSalad è sempre più strutturato e sono sempre più numerose le realtà produttive che chiedono di entrare a farne parte.

Un chiaro segnale, questo, della sua imprescindibilità pensando al domani, ormai non così lontano e sempre più legato all’oggi, e alle necessarie azioni da compiere per assicurare alla cittadinanza la presenza sul mercato di molti prodotti ortofrutticoli, insalate in primo piano, che in certi periodi dell’anno rischiano di scomparire dalle tavole dei consumatori. 
Strutturarsi significa anche avere nel Progetto molte professionalità in grado di dare risposte in ogni settore, e sono costantemente in progressione le esigenze in tal senso. Ecco allora che attorno al tavolo il presidente di Terra Mia Italia, cui fa capo l’iniziativa, è riuscito a posizionare ogni tassello al punto giusto, onde dar vita ad una nuova realtà dell’agricoltura targata 4.0.

L’unione di qualità fa la forza e ciò vale tanto quando si parla di prodotto quanto di soggetti che operano per garantire al Progetto la massima espressione delle sue potenzialità.

Sono entrati a far parte della nuova e grande avventura Antonella Primavera, proprietaria dell’Azienda Scalzati che ha anche assunto la carica di vicepresidente di cooperativa Terra; Mariella Costantino, titolare dello Studio omonimo che si occuperà dei rapporti con le Istituzioni nazionali e internazionali dall’alto della sua lunga e apprezzata militanza nel settore; Francesco Concolino, cui fa capo l’Azienda Agricodem, punto di riferimento per quanto concerne l’agricoltura biologica e integrata; il Barone Collice, proprietario delle terre sulle quali nasceranno gran parte dei prodotti parte del Progetto; Sandro Scrivano, responsabile della qualità e membro del Comitato Tecnico del Progetto; Walter Fiorito, responsabile sezione Blockchain di Terra Mia Italia; Serafino Colace, altro esperto di settore; Marco Bellucci, presidente di Terra Mia Italia e coordinatore del progetto SilaSalad. L’ingresso dei produttori nel Progetto avverrà a step dopo che il Comitato Tecnico avrà valutato che ognuna delle Aziende richiedenti possiede i requisiti necessari a garantire gli standard di qualità richiesti. Nulla verrà lasciato al caso perché la “scommessa” iniziale sta diventando sempre più articolata e necessita che ogni dettaglio venga curato e garantito. Si sta scrivendo il domani.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.