HALLOWEEN, L’AMMONIMENTO DI AIAB: “SÌ ALLA FESTA, NO ALLO SPRECO. RIUTILIZZARE LE ZUCCHE”

Sta per arrivare la festa di Halloween, che ha ormai conquistato soprattutto i giovani. Migliaia di zucche di ogni forma verranno intagliate per realizzare il volto di “Jack o’lantern”, l’immagine più famosa abbinata a questa festa.
In Italia si producono circa 40 mila tonnellate all’anno di zucche. Nella settimana prima di Halloween in Italia le vendite triplicano.  La stima di AIAB è che  nella settimana di Halloween vengono acquistati oltre 12 milioni di kg di zucche, che corrispondo più o meno a un milione e mezzo di zucche. Si stima che per fini decorativi si spreca fino al 60% del prodotto acquistato.

Per tale occasione AIAB lancia lo slogan “SÌ alla festa NO allo spreco” per invitare i consumatori e non gettare la polpa delle zucche dopo la festa, ma anzi ad utilizzarla in cucina per la realizzazione di tanti piatti gustosi. L’Italia è tra i primi dieci maggiori produttori mondiali di zucche che vengono coltivate in oltre 24 tipi e forme diverse.

“In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo – dichiara Giuseppe Romano, presidente di AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) – dobbiamo fare tutto il possibile per combattere lo spreco alimentare e per questo la festa di Halloween può essere anche l’occasione per una pratica virtuosa e salutare: recuperare le zucche e cucinarle. Sono ottime per i primi e i secondi piatti, ma anche per i dolci”.

“Un frutto straordinario – aggiunge Roberto Felicetti di Biosolidale, partner di AIAB – che ad esempio da novembre a marzo sostituisce la zucchina nei menu bio delle mense di tutte le scuole di Roma”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.