FRODE SU QUASI 27 MILA TONNELLATE DI PRODOTTI, ORTOFRUTTA COMPRESA

L’operazione dell’Europol OPSON XI contro le frodi alimentari, svoltasi tra dicembre 2021 e maggio 2022, ha portato al sequestro di quasi 27mila tonnellate di cibi e bevande contraffatti in tutta Europa.

Con frode alimentare si definisce un comportamento intenzionale di sostituzione, diluizione o aggiunta a un prodotto o una materia prima, a scopo di guadagno economico, che va ad aumentare il valore apparente del prodotto o a ridurre il costo della sua produzione.

Le ricerche, condotte dalle autorità nazionali di 26 paesi, coadiuvate dall’Europol, hanno riguardato controlli nelle aree doganali, nei mercati fisici e online e lungo tutta la filiera alimentare per scovare frodi alimentari. In totale sono state sequestrate 26.800 tonnellate di prodotti illeciti.

Le bevande alcoliche (15 milioni di litri) sono i primi prodotti illegali sequestrati, seguiti da cereali e derivati, frutta, verdura e legumi, integratori, zucchero e dolci, carne, frutti di mare, latticini e pollame. Inoltre, sono state denunciate alle autorità giudiziarie 137 persone, sono stati aperti oltre 175 procedimenti penali e 2mila amministrativi.

All’operazione hanno partecipato anche i Carabinieri del Nas, che hanno scoperto aziende vinicole che producevano vino sofisticato (aggiunta di acqua e zucchero), vini con l’aggiunta di aromi naturali, mentre in alcuni casi, il prodotto aveva una gradazione alcolica inferiore a quella dichiarata dai produttori. Nel complesso le autorità italiane hanno sequestrato 1 milione di litri di vino.

Le autorità spagnole, invece, hanno sequestrato 10 tonnellate di estratto di gardenia, molecolarmente modificata e importata come zafferano. L’Europol ha specificato che il mercato delle spezie contraffatte è un fenomeno in costante crescita.

Le forze dell’ordine coordinate dall’Autorità portoghese responsabile della sicurezza alimentare e della sorveglianza economica, invece, hanno sequestrato due siti utilizzati come luoghi per la macellazione illegale e l’arrostimento di suini. I siti non avevano licenza, erano in cattive condizioni igieniche e non veniva effettuato nessun controllo veterinario, tutti requisiti obbligatori.

Il fenomeno delle frodi alimentari è in continua crescita. Europol e INTERPOL sequestrarono 11,131 tonnellate di merci in 57 paesi da novembre 2015 a febbraio 2016. Nel 2022 questo numero è quasi triplicato.

Il lavoro delle autorità competenti, il controllo delle materie prime e l’implementazione di un’analisi del rischio delle frodi risultano dunque fondamentali per contrastare il diffondersi di queste attività, spesso pericolose per la salute dei consumatori.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.