INSALATE E ORTAGGI, TERRA MIA RAFFORZA IL PROGETTO SILA&SALAD CON 320 ETTARI

Un passaggio da ricordare quello compiuto in questi giorni dalla Cooperativa Terra, ramo produttivo della realtà Terra Mia Italia presieduta da Marco Bellucci.

Ha visto materializzarsi l’acquisizione del 40% delle quote dell’azienda Scalzati: “Un’operazione – sottolinea il presidente Marco Bellucci – che punta a rafforzare il progetto Sila & Salad. Una dimostrazione di quanto il gruppo Terra Mia Italia intenda investire e rafforzare la presenza nei territori italiani. Con tale acquisizione la Cooperativa Terra ed il gruppo Terra Mia Italia detengono 320 ettari di terreni nell’area Difesa Scalzati di cui 150 seminativi. Possiamo pertanto considerare la Cooperativa Terra come una delle organizzazioni con più aree seminative nel territorio di riferimento”.

Un investimento che garantirà anche nei mesi “difficili”, nello specifico da giugno a settembre, le coltivazioni delle insalate, nelle più svariate accezioni, e di molti altri prodotti che rappresentano le basi alimentari delle famiglie italiane: “Oltre ad incrementare il progetto Sila & Salad – ha proseguito Bellucci – in collaborazione con l’azienda Scalzati presieduta da Antonella Primavera, abbiamo iniziato a verificare attraverso agronomi specializzati la vocatura dei terreni per altre coltivazioni. E per tutte, ci piace ricordare la cipolla di Tropea. Già nel 1700 i Tropeani salivano dal mare fino a 1.000 metri, nella “Difesa Scalzati” per produrre in estate la dolce rossa. Per il 2023, dopo due anni di fermo produttivo, metteremo sul mercato 20 ettari di insalate a ceppo destinati alla Grande Distribuzione Organizzata (GDO) per il fresco e all’industria della 4.a gamma. Il Progetto Sila & Salad sta avvicinando la GDO al comparto produttivo per dar vita ad un coinvolgimento diretto della stessa in agricoltura. I gruppi attualmente interessati sono tra i più importanti della GDO nazionale”. Massima attenzione verrà data al ciclo produttivo: “Tutte le produzioni – conferma Marco Bellucci – entreranno in Blockchain e saranno inserite nel database IOT per i controlli dei fitofarmaci e degli antiparassitari, strettamente legati ai bisogni della produzione”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.