D’AGOSTINO (PORTI EUROPEI): “IL TRAFFICO CONTAINER È IN DIFFICOLTÀ”

Analizzando l’andamento dei traffici portuali globali, soprattutto container, “viene fuori uno spaccato negativo dell’ultimo semestre 2022. E il 2023 non sta andando molto bene. I dati più eclatanti non sono quelli europei, ma quelli americani: i porti americani stanno crollando, hanno dei traffici in calo”.

Lo ha detto all’ANSA il presidente dei porti europei, European Sea Ports Organisation (Espo), e dell’Autorità di Trieste e di Monfalcone, Zeno D’Agostino (nella foto), a margine di un incontro che si è tenuto nei giorni scorsi a Trieste.

“E’ chiaro – ha aggiunto – che, siccome i trasporti sono uno specchio dell’andamento dell’economia, c’è un’economia ferma; si stanno sommando alcuni fenomeni. L’anno scorso – ha spiegato – ad esempio, abbiamo vissuto un po’ di rendita rispetto a quello che era un andamento logistico in cambiamento: da zero scorte a scorte importanti. L’anno scorso nella prima fase dell’anno c’era una crescita dei traffici, legata all’economia e a tutti i grandi player globali che avevano riempito le scorte. Sembra che questo ora sia finito. Neanche in Asia abbiamo crescite importanti e non sembra che il 2023 stia dando segni diversi, soprattutto nel traffico di container”.

A Trieste e Monfalcone, invece, “siamo andati abbastanza bene, il primo trimestre 2023 e marzo è stato il miglior mese della storia dei container del porto, ma c’è un calo”. E’ anche vero, però, che “nell’ultimo periodo sta salendo il traffico del petrolio; l’anno scorso non era stato eccezionale”.

Un fenomeno che D’Agostino giudica “interessante”, forse in parte legato a cambiamenti nella logistica, è “la ripresa del Ro-ro: negli ultimi due mesi comincia ad avere numeri simili all’anno scorso, se non anche in positivo”.

E sempre in tema di logistica, “a livello internazionale si sta ragionando sul fatto che riportare le produzioni in ambito più vicino, con catene logistiche più corte rispetto a quelle tradizionali, privilegia un traffico tipico dell’infra-Mediterraneo che è il ro-ro, appunto, rispetto al container. Sono supposizioni da valutare”, ha concluso D’Agostino.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.