LA PROPOSTA “ANTI INFLAZIONE” DEL MINISTRO URSO: “PRODOTTI DI LARGO CONSUMO A PREZZI CALMIERATI”

Prodotti di largo consumo venduti a prezzi calmierati: è la proposta avanzata dal ministro del made in Italy Adolfo Urso (nella foto) per frenare l’inflazione. Una ricetta contro il caro vita che riecheggia quelle in voga negli anni ‘70 e che è scaturita da un tavolo di confronto tra il rappresentante del governo e la aziende della grande distribuzione.

«È iniziato un confronto che dovrebbe portarci a un’intesa con la grande distribuzione, ma dobbiamo coinvolgere anche il sistema produttivo», dichiara Urso al termine della riunione. «Penso che nella prossima settimana – aggiunge – entreremo nel vivo di questo confronto per raggiungere formalmente un’intesa che possa consentire ai cittadini di percepire una significativa riduzione dei prezzi dei beni a maggior consumo».

L’idea di Urso non è quello di imporre dei prezzi da parte governativa quanto piuttosto cercare un accordo con la rete commerciale con l’obiettivo di congelare appunto i rincari su un paniere di generi di prima necessità.

«Abbiamo fatto una proposta che riguarda un accordo che possa consentirci di fare delle campagne con un paniere con una serie di prodotti calmierati», dichiara Urso aggiungendo che «questo si aggiunge all’iniziativa della social card per le famiglie più bisognose» e «riguarderà tutti quelli che si rivolgeranno al sistema della grande distribuzione ma anche agli esercizi commerciali che, ci auguriamo, aderiscano al progetto».

In Italia – come nel resto d’Europa – l’inflazione è in progressiva frenata: a giugno si è fermata al 6,4% su base annua. Ma i prezzi continuano a correre a una doppia velocità: quelli del cosiddetto «carrello della spesa» (in primis generi alimentari) anche il mese scorso sono cresciuti in doppia cifra, toccato il 10,5% secondo le rilevazioni dell’Istat. Un incremento che finisce per penalizzare proprio le persone a basso reddito. La soluzione di congelare i prezzi suscita da sempre perplessità ma è stata tolta dal cassetto in questi mesi in cui l’inflazione è tornata a preoccupare. Anche in Spagna la vicepremier Ion Belarra, rappresentante doi Podemos, ha proposto di calmierare i generi alimentari grazie anche all’istituzione di una catena di supermercati a controllo pubblico.

(fonte: Corriere della Sera)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.