CONSIGLIO UE: IL TAGLIO AI FITOSANITARI ACCENDE GLI ANIMI, AVANTI TUTTA SULLE TEA

Taglio ai fitosanitari, i Paesi mediterranei insorgono. Anche se pero il momento l’UE tira dritto. Nel corso della riunione del Consiglio Agricoltura che si è tenuto l’altro ieri  a Bruxelles – come riporta Agrisole – è stato presentato il secondo studio d’impatto sulla proposta di regolamento che dispone la riduzione, fino al 50% in media, dell’uso di fitofarmaci. Lo studio, in sintesi, ha ribadito che la riduzione non avrebbe conseguenze negative sulla capacità produttiva dell’UE, fatti salvi alcuni prodotti considerati non essenziali come vino e ortofrutticoli. Indicazione, quest’ultima, che è stata contestata dalle delegazioni degli Stati membri mediterranei.

Alcuni ministri hanno fatto notare che anche la seconda valutazione è incompleta, in quanto
mancano precisi riferimenti all’impatto a livello nazionale. In generale, dalla discussione è
emerso che gli obiettivi di riduzione devono essere stabiliti, tenendo conto dei risultati già
ottenuti nei singoli Stati membri. In altre parole, maggiore flessibilità. Le discussioni
proseguiranno in sede tecnica. In una nota della presidenza è stato comunque indicato che “il
Consiglio ha espresso la propria disponibilità a continuare a lavorare in modo costruttivo, al fine
di raggiungere un accordo prima della fine del ciclo legislativo”.

I lavori del Consiglio sono proseguiti con la presentazione della proposta di regolamento per
l’inquadramento nell’ordinamento della Ue delle tecniche di evoluzione assistita (TEA). La
reazione dei ministri è stata particolarmente favorevole ed è stato auspicato il più rapido avvio
degli approfondimenti in sede tecnica. Il “dossier” rientra tra le priorità della presidenza
spagnola, ha messo in evidenza il ministro Planas. Perché, ha detto, le “nuove tecniche aprono
numerose possibilità per produrre cibo in modo più sostenibile”, con un minore utilizzo di
acqua e prodotti chimici.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.