SCOPERTA UNA PROTEINA CHE SALVA GLI AGRUMI DALLA MUFFA VERDE

Una proteina in grado di salvare gli agrumi dalla muffa verde, principale malattia post-raccolta che causa ingenti perdite economiche a livello mondiale. A scoprirla sono il Csic, il Consiglio Superiore per la ricerca Scientifica spagnolo e l’Iata, l’Istituto di Agrochimica e Tecnologie Alimentari (Iata).

Si tratta della proteina Afp prodotta da alcune muffe, che ostacolano la comparsa di resistenze e consentono lo sviluppo di nuovi antifungini. Oltre alla protezione post-raccolta, queste proteine possono trovare applicazione nel campo della medicina, dell’agricoltura e della tecnologia alimentare. In particolare il gruppo di ricerca, come riporta Valenciafruits, ha scoperto come la proteina antifungina agisca contro il fungo Penicillium digitatum, che causa appunto il marciume verde negli agrumi. La proteina impedisce infatti al fungo di difendersi tramite la produzione di composti tossici, provoca la morte cellulare programmata nel fungo e influenza la sintesi dell’acetoino, un composto organico che contribuisce all’attività antifungina. Per realizzare i ricercatori hanno utilizzato la tecnologia RNAseq, una metodologia di sequenziamento dell’Rna altamente sensibile e precisa per studiare l’espressione dell’insieme di geni di un organismo in diverse condizioni. Questo lavoro approfondisce, in particolare, lo studio del meccanismo d’azione dell’AfpB,che ha bersagli multipli, che rende difficile la comparsa di resistenze e rende possibile lo sviluppo di nuovi antifungini basati su questa proteina o simili.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.