ORDINI IN AUMENTO NEI MERCATI DELLE GRANDI CITTÀ. MUSSO: SI MUOVE LA FRUTTA AUTUNNALE, DRUPACEE PREMIUM OK

Segnali di ripresa dei consumi nei Mercati ortofrutticoli delle grandi città, dove il rientro dalle ferie e la riapertura delle scuole spinge le vendite nelle mense e più in generale nel canale HORECA, mentre il (leggero) abbassamento delle temperature dà slancio ai prodotti più marcatamente autunnali, come mele, pere, peperoni. A scattare la fotografia, dall’Ortomercato di Milano, è Salvatore Musso di Masterfruit (nella foto).

“Gli ordini per la prossima settimana sono in aumento rispetto alla precedenti e per articoli come banane e pomacee si tratta di una bella boccata d’ossigeno”. dice. Cala, di contro, l’interesse per le drupacee, ma la frutta estiva di qualità non perde posizioni: pesche e nettarine premium del Sud e soprattutto siciliane si mantengono su livelli di quotazioni importanti, dall’1,10 euro il chilo per i calibri piccoli ai 2 euro e oltre per le pezzature grandi. Discorso diverso per i frutti che hanno subito gli effetti delle intemperie, che non arrivano all’euro.

Per quanto riguarda gli ortaggi, melanzane, peperone e zucchine veleggiano in un range tra 1 e 2 euro il chilo a seconda di pezzatura e qualità.

Girando tra gli stand dell’Ortomercato di via Lombroso, questa mattina, abbiamo notato una copiosa presenza di angurie e meloni a fianco di zucche, anche ornamentali, e altre referenze tipicamente autunnali: il cambio di stagione è alle porte, anche se le temperature si mantengono su livelli elevati.

Infine una battuta sui nuovi padiglioni di Foody: “In teoria – dice Musso – il trasferimento della nostra azienda e delle altre posizionate in questo modulo si doveva concretizzare per la fine di quest’anno, ma se consideriamo i tempi per gli allestimenti le previsioni ci portano alla primavera prossima”.  Una previsione sui temi di completamento del progetto? “Il progetto si chiama Foody 2025 e tutti ci auguriamo che si possa concretizzare in questi tempi, sopratutto per le grandi difficoltà di conciliare l’attività mercatale con quella cantieristica: più il cantiere per il nuovo avanza, più aumentano le difficoltà quotidiane per le operazioni mercatali”.

Mirko Aldinucci
m.aldinucci@corriereortofrutticolo.it

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.