“MISURA, VALUTA E AGISCI”, IL COLOSSO SPAGNOLO ANECOOP CREA UN OSSERVATORIO “GREEN”

Un Osservatorio di Sostenibilità che permetterà, attraverso la raccolta e incrocio di dati, di quantificare la ripercussione sociale, economica e ambientale delle azioni dei produttori ortofrutticoli associati ad Anecoop, potenza cooperativa dell’ortofrutta spagnola che si posiziona come primo esportatore ortofrutticolo nazionale con circa un milione di tonnellate commercializzate all’anno.

E’ questo il progetto innovativo presentato da Anecoop nello stand allestito a “Fruit Attraction”, alla presenza del presidente della supercooperativa, Alejandro Monzón, della direttrice della Qualità e Sostenibilità, Mari Carmen Morales e della direttrice di progetti di Kiwa, gruppo leader di analisi e certificazioni, Rosa Valenzuela. Lo slogan del progetto è “Mide, evalúa, actúa” (“Misura, valuta, agisci”) e il carattere tecnologico e scientifico dell’Osservatorio, come hanno sottolineato i rappresentati di Anecoop, consentirà di ottenere nuovi indicatori di precisione applicabili al settore agroalimentare spagnolo.

L’Osservatorio – ha sottolineato la direttrice della Qualità e Sostenibilità di Anecoop Mari Carmen Morales – “migliorerà tutto il processo produttivo in termini di maggiore sostenibilità nelle differenti zone dove si trovano i centri di produzione della cooperativa”. “La metodologia del progetto – ha aggiunto Morales – permetterà di individuare i settori strategici in cui impiantare la qualità attraverso la sostenibilità”.

“Desideriamo essere più di un produttore e commercializzatore di ortofrutta – ha detto il presidente di Anecoop, Alejandro Monzòn -, desideriamo essere pionieri nella implementazione di strumenti per identificare, quantificare e misurare criteri di sostenibilità, così come stabilire una cultura di sostenibilità imprenditoriale a tutti i livelli. Per Anecoop è importante lavorare con indicatori socioeconomici per riuscire a rafforzare il tessuto socioeconomico delle zone rurali, migliorarne la competitività e la crescita economica, agendo positivamente su tutto il territorio”. L’iniziativa – ha sottolineato la direttrice Morales – prevede anche la formazione di tecnici specializzati e la realizzazione di pubblicazioni e informativa a disposizione degli associati.

Come sottolineato dalla dirigente Kiwa, Rosa Valenzuela, “nell’Osservatorio di Sostenibilità la innovazione sarà una costante. Non solo relativamente alla sostenibilità e capacità di adattamento al cambio climatico da parte del settore, ma anche alle sue potenzialità per mitigarlo attraverso un’agricoltura sostenibile, intelligente e competitiva. Inoltre si ricercheranno altri parametri, come il contributo alla riduzione dello spreco alimentare, il ruolo applicabile nella decarbonizzazione della economia e nel rafforzamento dei principi di economia circolare”.

Cristina Latessa

Madrid

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.