RIFORMA DOP E IGP, DE CASTRO ESULTA: “SISTEMA SENZA EGUALI AL MONDO”. ECCO I DETTAGLI

“Lo avevamo promesso: dal 2024 i nostri agricoltori e produttori potranno contare su un nuovo testo unico europeo sulle produzioni di qualità, con misure ambiziose, nel solo interesse delle nostre filiere produttive d’eccellenza.”

Così Paolo De Castro (nella foto), relatore dell’Europarlamento per il nuovo regolamento Ue sui prodotti Dop e Igp, commenta l’accordo raggiunto con i negoziatori di Consiglio (il Ministro spagnolo Luis Planas, presidente di turno del Consiglio AGRIFISH) e Commissione (il Comissario Janusz Wojcechowski).

Grazie al forte mandato negoziale del Parlamento, rivendica De Castro, “il nuovo regolamento, che entrerà in vigore nei primi mesi del 2024 dopo i passaggi formali in Parlamento e Consiglio, farà evolvere un sistema senza eguali nel mondo, capace di generare valore senza investire alcun fondo pubblico.

I dettagli

Il nuovo regolamento sulle indicazioni geografiche dell’UE per i vini, le bevande spiritose e i prodotti agricoli rafforzerà e migliorerà il sistema attuale:

  • introducendo un quadro giuridico unico e procedure di registrazione abbreviate e semplificate: le diverse norme sulle procedure e la protezione delle indicazioni geografiche per i tre settori (prodotti alimentari, vini e bevande spiritose) sono riunite in un’unica procedura di registrazione semplificata per i richiedenti dell’UE e dei paesi terzi. Il quadro giuridico più lineare, con tempi di registrazione più brevi, dovrebbe aumentare l’attrattiva dei regimi per i produttori, specialmente nei paesi con meno indicazioni geografiche;
  • aumentando la protezione delle indicazioni geografiche utilizzate come ingredienti e vendute online: le nuove disposizioni accresceranno la protezione delle indicazioni geografiche utilizzate come ingredienti in prodotti trasformati e dei prodotti a indicazione geografica venduti online. Il nuovo regolamento proteggerà i nomi delle indicazioni geografiche anche nel sistema dei nomi di dominio, obbligando gli Stati membri a bloccare sul proprio territorio i nomi dei domini che potrebbero essere in conflitto l’indicazione geografica;
  • riconoscendo le pratiche sostenibili: i produttori potranno valorizzare le azioni relative alla sostenibilità ambientaleeconomica o sociale, compreso il benessere degli animali. Il testo concordato dai colegislatori prevede un elenco non esaustivo di pratiche sostenibili per incentivare i produttori. Ciò contribuirà a proteggere meglio le risorse naturali e le economie rurali, a garantire le varietà vegetali e le razze animali locali, a preservare il paesaggio della zona di produzione e a migliorare il benessere degli animali. Le associazioni di produttori potranno decidere di rendere obbligatorie alcune pratiche sostenibili per i propri prodotti, che, in questo caso, dovranno essere inserite nel disciplinare di produzioneInoltre i produttori potranno redigere, su base volontaria, una relazione sulla sostenibilità che sarà pubblicata dalla Commissione europea;
  • conferendo più poteri alle associazioni di produttori: le nuove misure stabiliranno un sistema volontario di associazioni di produttori riconosciute di indicazioni geografiche, che dovrà essere istituito dagli Stati membri. Per aumentare l’attrattività del sistema, le associazioni avranno la facoltà di gestire, applicare e sviluppare le proprie indicazioni geografiche per rafforzare la propria posizione nella catena del valore.

L’applicazione delle indicazioni geografiche resta di competenza degli Stati membri e comprende il controllo dell’uso corretto dei termini registrati e la lotta contro le frodi nella produzione, nella vendita e nell’uso delle indicazioni geografiche. L’iscrizione, la modifica e la cancellazione di tutte le registrazioni continueranno a essere di competenza della Commissione.

Prossimi passi

Una volta che sia il Parlamento che il Consiglio avranno adottato formalmente le norme, queste verranno pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’UE ed entreranno in vigore 20 giorni dopo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.