CLONI (CARREFOUR): “PUNTIAMO SU PRODOTTI AD ALTO CONTENUTO DI SERVIZIO”

di Mirko Aldinucci

“Stiamo affrontando una fase critica che richiede una profonda riflessione sulle principali dinamiche di mercato. La condivisione di informazioni riveste un ruolo fondamentale nell’affrontare, insieme agli attori della produzione, le sfide attualmente in corso”.

Ha esordito così Diego Cloni, senior buyer Ortofrutta di Carrefour Italia, nel suo intervento alla tavola rotonda organizzata in occasione del convegno “La IV Gamma tra sostenibilità e mercato: sfide e ricette anticrisi” di sabato 21 ottobre a Battipaglia (Salerno).

“Il settore della IV Gamma è attualmente in un periodo di forte contrazione e i numeri lo dicono chiaramente”, ha proseguito Cloni. “In Carrefour nei primi nove mesi dell’anno abbiamo registrato una diminuzione del 3,6% in termini di volumi, mentre il valore rimane stabile grazie all’effetto inflattivo, che si aggira intorno al 4%. La domanda chiave è: come possiamo adattarci a questa nuova realtà economica?”.

“Uno dei problemi che stiamo affrontando – ha aggiunto il buyer – è l’effetto discountizzazione, che ha portato a una riduzione dei prezzi di acquisto e, come conseguenza diretta, a una progressiva scomparsa dei margini di profitto. Questa è una minaccia per la redditività della famiglia della IV Gamma, che costituisce il 15% della nostra cifra d’affari nell’ortofrutta”. 

“Inoltre, le nuove tecniche produttive, come il vertical farming e l’ascesa della prima gamma evoluta stanno erodendo parte della cifra d’affari del mercato tradizionale di IV Gamma. Insomma, dobbiamo affrontare sfide fondamentali, che però sono anche un’opportunità per rivedere la nostra strategia e innovare”.

Cloni si è soffermato sulle difficoltà delle insalate monotipo e miste: “Stiamo assistendo a una crescita considerevole dei prodotti ad alto contenuto di servizio, come insalate arricchite, soluzioni di servizio e soluzioni di pasto; di contro, ci troviamo di fronte a difficoltà con le insalate monotipo e miste, con tutto il segmento convenzionale. Questa tendenza è confermata da dati globali e richiede un’attenzione particolare per comprendere come adattarsi e capitalizzare questi cambiamenti”.

Il buyer ha poi affrontato il tema dei prezzi nella filiera e della collaborazione con i fornitori: “Per rimanere in linea con la produzione, abbiamo concesso aggiornamenti dei listini negli ultimi anni, in particolare nei due anni più recenti, durante i quali abbiamo riscontrato una notevole pressione. Ciò che emerge chiaramente è che i prezzi non sono stati adeguatamente revisionati da parte delle aziende coinvolte nella produzione e trasformazione. Si è verificato un effetto ‘congelamento’ durato per troppo tempo. Tutto ciò solleva la questione fondamentale di come possiamo rivedere in modo significativo la catena di approvvigionamento e instaurare una collaborazione più efficace e vantaggiosa per tutte le parti coinvolte”.

E Carrefour Italia cosa fa? “Per affrontare le tante sfide, stiamo adottando una serie di strategie aziendali: ci stiamo concentrando sempre più sui prodotti ad alto contenuto di servizio, cercando di differenziarci dal mercato tradizionale. Abbiamo notato un notevole potenziale di crescita in questa area, e riconosciamo che i nostri clienti sono pronti a modificare le loro abitudini di spesa. Questa strada è affascinante ma richiede tempo e impegno. Ed è fondamentale ottenere il sostegno dei nostri fornitori per portare avanti questo percorso”.

Insomma, per Cloni il settore sta attraversando una fase di transizione ed è al centro di sfide significative: “Carrefour punta a cogliere le opportunità offerte dai prodotti ad alto contenuto di servizio. Nonostante le difficoltà, rimaniamo ottimisti sul futuro: ritengo che collaborare e innovare per plasmare il futuro del settore in un mondo in continua evoluzione rappresenti un’opportunità per tutti”.

mirko.aldinucci@freshcutnews.it

(fonte: Freshcutnews.it)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.