FEDEMCO: GLI IMBALLAGGI IN LEGNO SONO I PIÙ SOSTENIBILI

L’Osservatorio delle emissioni di gas serra dell’Università Politecnica di Valencia ha pubblicato l’Analisi del ciclo di vita degli imballaggi in legno, uno studio commissionato da ASYFE (Associazione dei produttori di imballaggi in legno). Le conclusioni della ricerca, si legge in un comunicato stampa della spagnola FEDEMCO, sono state presentate in una conferenza sugli imballaggi in legno e il loro contributo alla protezione del clima.

Lo studio ha analizzato per la prima volta l’intero ciclo di vita degli imballaggi in legno e ha confrontato gli impatti degli imballaggi in legno e cartone. Il rapporto prende in considerazione tutte le fasi della lavorazione industriale della materia prima, compresa la logistica, fino alla gestione dei rifiuti generati nel processo.

Dallo studio, che in questo caso si è concentrato sugli imballaggi per frutta e verdura, è emerso che il legno è l’imballaggio più sostenibile, poiché ha un impatto ambientale minore in tutte le categorie studiate. Particolarmente degno di nota è il risultato molto positivo in termini di emissioni di gas serra, inquinamento, ecotossicità e contributo del materiale alla sicurezza alimentare. Inoltre, gli imballaggi in legno presentano un grande vantaggio ambientale: un’impronta idrica “praticamente pari a zero” nella produzione di imballaggi in legno, secondo José Vicente Oliver, professore dell’UPV. “Gli imballaggi in legno sono molto leggeri e il rapporto tra peso molto basso e capacità molto buona significa che il legno offre molti vantaggi nella logistica”, ha aggiunto.

Altri fattori evidenziati nel rapporto sono il contributo degli imballaggi in legno all’uso delle risorse forestali naturali, il suo alto tasso di riciclaggio e la sua valorizzazione. Esempio di economia circolare biologica, è uno dei pilastri del Patto Verde europeo, che mira a decarbonizzare il settore degli imballaggi e della logistica. Un materiale naturale e rinnovabile che contribuisce attivamente alla lotta al cambiamento climatico.

Il legno immagazzina il carbonio che l’albero ha assorbito in passato durante tutto il suo ciclo di vita. “Un m3 di legno immagazzina circa una tonnellata di CO2 e libera 700 kg di ossigeno”, sottolinea Raquel Aguado, direttrice di FEDEMCO. “Inoltre, il settore degli imballaggi in legno promuove una gestione sostenibile delle foreste attraverso l’utilizzo che aiuta a prevenire i grandi incendi boschivi. L’industria degli imballaggi in legno sta intervenendo per ridurre il rischio”, afferma Aguado.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.