KIWI IN GIAPPONE, FARI ACCESI DEL CSO SUL SEMINARIO DI TOKYO: “FORTE INTERESSE PER IL MERCATO NIPPONICO”

Si è tenuto a Tokyo, presenti rappresentanti del ministero dell’Agricoltura giapponese, nell’ambito della missione in Giappone della Regione Emilia-Romagna in occasione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, il seminario organizzato nella sua sede dall’Ambasciata d’Italia, fortemente voluto dalla stessa Regione, finalizzato a dare impulso all’apertura del mercato giapponese al kiwi italiano.

CSO Italy è stato ufficialmente invitato a dare il proprio contributo e a testimonianza del forte interesse verso questo mercato la quasi totalità dei soci ha partecipato dalla sede CSO Italy al collegamento online con Tokyo. In particolare hanno preso parte all’iniziativa Fruitimprese, Salvi-UNACOA, Granfrutta Zani, APO Conerpo, Agrintesa, Alegra, Naturitalia, Apofruit Italia, Jingold, OP Kiwi Sole, Cico Mazzoni e Zespri.

Gli associati di CSO Italy con il presidente Bruni, il direttore Macchi e la responsabile delle relazioni internazionali di CSO Italy Rubbi, in collegamento con l’ambasciata di Tokyo

 

“È stata l’occasione per mostrare il peso dell’industria del kiwi italiano, sia in termini di produzione, di export, di qualità, di tecnologie e soprattutto di specializzazione e competenza. Particolare risalto è stato dato anche e soprattutto agli aspetti tecnici, necessari per l’apertura dei nuovi mercati e per la rimozione delle barriere fitosanitarie”, ha puntualizzato il presidente di CSO Italy Paolo Bruni.
Per parte italiana, hanno partecipato dal Giappone l’Ambasciatore d’Italia a Tokyo Gianluigi Benedetti, Il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, l’assessore all’Agricoltura Alessio Mammi e il direttore generale della Regione Valtiero Mazzotti. Erano collegati dal ministero dell’Agricoltura a Roma i dirigenti Bruno Caio Faraglia e Michele Fusillo. Per parte giapponese era presente il dirigente del ministero dell’Agricoltura Shoichi Fujita, che ha illustrato le procedure per introdurre prodotti ortofrutticoli ed i controlli che vengono fatti sui prodotti di importazione. L’incontro ha dato prova e conferma di un sistema integrato ed organizzato costituito dalla sinergia tra pubblico e privato, indispensabile per poter raggiungere l’obiettivo.
Simona Rubbi, responsabile delle relazioni internazionali di CSO Italy, che ha preso parte ai lavori con il presidente Bruni e il direttore Elisa Macchi, ha così commentato: “Considerato che la parte giapponese ha necessità di importare kiwi, sicuramente l’organizzazione di questo seminario è stata un grande segnale di apertura. Ora ci auguriamo che nel più breve tempo possibile venga concretamente dato un seguito a questa iniziativa e si arrivi alla possibilità di esportare kiwi italiano in un mercato così interessante come il Giappone”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.