APOT RINNOVA IL CDA, SI VA VERSO LA FINE DELL’ERA MAGNANI? SEPPI DI MELINDA POSSIBILE SUCCESSORE

Cambio ai vertici di APOT? L’associazione delle OP trentina, che rappresenta l’85% del totale del settore frutticolo trentino (il 95% del quale composto da mele), si riunirà in assemblea il 29 novembre. Tra i punti all’ordine del giorno ci sarà anche la nomina del nuovo consiglio di amministrazione, dal momento che l’attuale è in scadenza.

Secondo quanto riporta il quotidiano locale L’Adige, i soci della cooperativa (Melinda, La Trentina e Copag) starebbero lavorando per sostituire l’attuale presidente Ennio Magnani (nella foto), il quale presiede APOT da circa vent’anni. Secondo il giornale trentino la scelta del rinnovo di presidenza passata dall’esito delle votazioni del consiglio provinciale. Tra i candidati al Consiglio provinciale c’era infatti anche Michele Odorizzi, nel CDA di APOT e già presidente di Melinda, ma che non ha ottenuto voti sufficienti. A quanto riporta L’Adige tra i vertici di APOT la mancata elezione di Odorizzi, sostenuto da Magnani, potrebbe costare cara all’attuale presidente dell’associazione trentina. In pole position nella candidatura alla presidenza di APOT, sostiene ancora il quotidiano trentino, ci sarebbe Ernesto Seppi, attuale presidente di Melinda. (e.z.)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.