IMBALLAGGI, CRESCE LA PREOCCUPAZIONE PER IL CONSIGLIO AMBIENTE. AREFLH E AREPO SI MUOVONO

Cresce la preoccupazione in Europa per un possibile stravolgimento delle decisioni dell’Europarlamento in materia di imballaggi in attesa della riunione del Consiglio Ambiente del 18 dicembre dove per l’Italia ci sarà il ministro Pichetto Fratin.

Areflh e Arepo ( l’Associazione delle Regioni Europee per i Prodotti di Origine) hanno esposto le loro preoccupazioni in una lettera congiunta inviata il 13 dicembre ai rappresentanti permanenti dell’UE per l’agricoltura.

Il Consiglio degli Stati membri rischia di disfare il buon lavoro fatto dal Parlamento UE e di reintrodurre i divieti per l’ortofrutta. Nella proposta di compromesso della Presidenza, in particolare l’articolo 22 e l’allegato V(2), la possibilità di esentare gli ortofrutticoli dal divieto di imballaggi monouso per i prodotti di peso inferiore a 1,5 kg non è stata completamente eliminata, in particolare nel contesto dei sistemi di qualità. AREFLH e AREPO chiedono (allegate le due lettere inviate ai rappresentanti permanenti UE) ) che la formulazione di questo allegato sia allineata a quella del Parlamento europeo, che considerano “molto più completa e rassicurante, specificando espressamente un’esenzione per i prodotti ortofrutticoli DOP e IGP”. Nella riunione del 18 dicembre i rappresentanti del Consiglio dovranno concordare un approccio a una proposta di regolamento sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio, che servirà come mandato negoziale per avviare i triloghi con il Parlamento europeo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.