COME VALORIZZARE LA FILIERA SARDA: SI PRESENTA IL NUOVO PROGETTO DEL MERCATO DI SESTU

Nonostante il settore ortofrutticolo rappresenti il 24% del valore dell’intera produzione agricola regionale della Sardegna per un totale di quindici mila ettari coltivati e circa quattromila operatori, è uno dei comparti meno valorizzati negli ultimi vent’anni.

Per invertire la tendenza, ovviare alla sempre crescente riduzione della Superficie Agricola Utilizzata (SAU) e orientare le produzioni, il mercato Agroalimentare della Sardegna, in collaborazione alle agenzie regionali Laore e Agris, con il supporto dell’assessorato regionale dell’Agricoltura, partendo dalle criticità e dalle concrete esigenze di valorizzazione e di rilancio dell’intera filiera (produzione, commercializzazione al dettaglio e grande distribuzione), hanno predisposto un progetto integrato che si articola su due linee : la creazione di un osservatorio di rilevamento e monitoraggio costante delle quantità e dei prezzi dei prodotti locali da integrare con le superfici agricole aziendali e la sperimentazione in campo  di nuovi prodotti orticoli ad alto gradimento e ad elevato valore nutraceutico e salutistico in grado di ridurre i costi di produzione per un’agricoltura sempre più orientata alla sostenibilità.

Le prime prove in campo sono state eseguite la scorsa estate su cinque varietà di pomodoro a forte contenuto di licopene, un carotenoide alleato della salute.

I risultati di questa prima sperimentazione e l’intero progetto di durata triennale verranno illustrati in un incontro che si svolgerà martedì 23 gennaio alle ore 10 nella sala conferenze del Mercato Agroalimentare della Sardegna, nella struttura di Sestu in località Margangiosa. Aprirà i lavori Giorgio Licheri, direttore della Coagri, (l’ente gestore del Mercato Agroalimentare della Sardegna) con un’analisi sulle criticità e le opportunità per la filiera dell’ortofrutta. Seguiranno gli interventi del direttore generale dell’agenzia Laore, Marcello Onorato che approfondirà il percorso per il rilancio della filiera e di Limbo Baghino dell’agenzia Agris che si soffermerà sui primi passi mossi dal progetto. Le conclusioni sono affidate all’assessora regionale dell’Agricoltura, Valeria Satta. All’incontro parteciperanno anche le imprese agricole, gli operatori del settore (produttori, grossisti, dettaglianti e distributori), le associazioni agricole, i ristoratori e l’associazione regionale cuochi della Sardegna.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.