AGRICOLTURA IN PROFONDO ROSSO, “CONSIDERAZIONI LUCIDE E REALI”

Mi chiamo Giuliano e sono un viticoltore.

Mi permetto di scriverle in qualità di agricoltore per esprimerle i miei complimenti e, soprattutto, per ringraziarla dell’articolo dal titolo “AGRICOLTURA, bilancio in profondo rosso (dice il CREA)”, pubblicato sulla rivista da Lei diretta.

È davvero raro leggere considerazioni così lucide, reali e attuali. Siamo abituati a incontrare comunicati stampa confezionati ad arte e improntati all’ottimismo, quindi apprezzo enormemente la sincerità e l’onestà intellettuale che traspare dalle Sue pagine.

Il finale dell’articolo, con tutte quelle riflessioni sul “bisogna”, merita sicuramente di essere condiviso sui social.

Trovo che il suo approccio critico e informato sia estremamente prezioso per tutti coloro che lavorano nel settore agricolo.

Grazie ancora per la sua dedizione a informare con chiarezza e veridicità.

 

Sono io che ringrazio il lettore per i suoi complimenti. In fondo tutti noi lavoriamo (anche) per questo. I numeri del CREA sono sconfortanti, mi è sembrato importante sottolinearli, primo perché il CREA è una fonte ufficiale ministeriale; secondo perché la comunicazione del settore ondeggia tra vittimismo e trionfalismo e chi la legge non capisce nulla di quanto succede nelle nostre campagne. Ma chi vive e lavora in campagna sa cosa succede e sa distinguere tra l’informazione ‘interessata’ e quella che vuole solo informare e basta, senza secondi fini. Tutto ciò premesso, speriamo che la situazione generale migliori, ma non a chiacchiere, con i numeri. Cordialità (L. Frass.)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.