LA FRUTTA A GUSCIO SPOSA IL RUGBY: IL MASAF LANCIA CAMPAGNA DI PROMOZIONE CON DUE SPOT

di Cristina Latessa

Dall’unione di due eccellenze italiane, la frutta in guscio per il settore agroalimentare e la nazionale di rugby per lo sport, nasce la campagna di promozione “Frutta in guscio, dentro c’è l’Italia’ presentata oggi al Centro di preparazione Olimpica “Giulio Onesti” del Coni.

La campagna di promozione, voluta dal Ministero dell’Agricoltura e sovranità alimentare e realizzata da Ismea in collaborazione con il ministero dello Sport e la Federazione italiana rugby, si proporrà subito a un vasto pubblico con due spot televisivi. In uno è protagonista il professor Andrea Rinaldo, ex nazionale di rugby e fresco vincitore per i suoi studi di ingegneria ambientale dello “Stockolm waterprize”, ovvero il Nobel dell’acqua. Nell’altro spot è tutta la nazionale di rugby a sottolineare, come fa Lombardo, l’importanza della frutta in guscio per apportare energia e salute al fisico.

“Ogni prodotto di frutta in guscio ha una storia e un territorio dietro”,  ha detto il ministro del MASAF Francesco Lollobrigida intervenuto alla conferenza stampa assieme al collega dello sport Andrea Abodi, al presidente della Federazione italiana Rugby Marzio Innocenti e al commissario Ismea Livio Proietti .
“E sappiamo benissimo – ha aggiunto Lollobrigida-  che una nocciola delle Langhe è migliore di una di provenienza straniera, stesso discorso per la mandorla di Avola o il pistacchio di Bronte”.
Per il commissario ISMEA Livio Proietti, “è senz’altro vincente questo connubio, dove ISMEA fa la sua parte, tra sport, salute, agricoltura e produzione”.
Da parte sua, il ministro Abodi ha osservato di “voler sempre più associare sport e salute, sport e alimentazione“, osservando inoltre come l’associazione tra frutta in guscio e la nazionale di rugby risulterà attrattiva e stimolante presso i giovani,  e risulterà senz’altro utile ad educarli verso una sana alimentazione”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.