SANT’ORSOLA, IL PACKAGING SI TINGE DI ROSSO. LAMPONI E MIRTILLI A RESIDUO ZERO IN VETRINA IN FIERA

Nelle giornate di Fruit Logistica 2024 a Berlino (dal 7 al 9 febbraio prossimi), la cooperativa Sant’Orsola è presente in forze per incrementare ancor più il successo di mercato ottenuto dai suoi lamponi e mirtilli a residuo zero e per lanciare il nuovo graphic design aziendale per etichette e plateau dove a dominare sarà il colore rosso, a partire dalla prossima primavera.

Le nuove etichette sul coperchio di ogni confezione infatti sono bordate con un rosso intenso e brillante e propongono i tre valori espressi dalla nuova grafica: l’italianità al cento per cento del prodotto conferito, la sostenibilità della confezione in pet riciclato e riciclabile e la scritta <dal 1979>, a sottolineare l’esperienza maturata in 45 anni di attività. E di colore rosso intenso saranno fasciati pure i plateau contenenti 8 confezioni di piccoli frutti da 125 grammi, fino ad oggi in colore avana, quelli tradizionalmente usati dall’azienda nei mercati ortofrutticoli delle grandi città italiane dove è presente da sempre. E’ il rosso stile Sant’Orsola, quello delle fragole e dei lamponi maturi.

Le novità vengono presentate nello Stand A-40 (Hall 4.2) della Fiera dove la Sant’Orsola torna da protagonista. Con la direzione generale ci saranno infatti i responsabili delle aree operative strategiche ovvero la commerciale, ricerca sviluppo ed assistenza tecnica, logistica ed imballi e marketing, per confermare e rafforzare la sua leadership italiana di produzione e di vendita e le sue partnership di mercato. Nello stand propone l’intera gamma della sua produzione, fragole e fragoline, lamponi e mirtilli tradizionali, more, ribes, baby kiwi e ciliegie. In prima fila le sue soluzioni agronomiche di avanguardia, il lampone ed il mirtillo residuo zero di produzione esclusivamente italiana, disponibili sul mercato da fine marzo a metà ottobre in una speciale confezione bis lampone-mirtillo da 200 grammi in pet riciclato e riciclabile.

La Sant’Orsola, che già presidia l’intero mercato nazionale dell’ortofrutta fresca, approda a Berlino forte di nuovi accordi con catene di vendita importanti e di grande notorietà e con nuovi fornitori italiani e stranieri. Inoltre, le strategie messe in campo consentiranno nel corso del 2024 di aumentare i volumi della produzione propria, spinta dal rinnovo su larga scala degli impianti e dall’aumento del numero dei soci produttori nelle regioni italiane dove l’azienda è presente.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.