FRUIT LOGISTICA, IL MONITO DI LOLLOBRIGIDA: “DOBBIAMO ESSERE DECISIVI IN EUROPA”

“Il governo c’è. Non possiamo accettare che qualcuno metta in ridicolo l’agricoltura italiana senza neppure conoscerla. Dobbiamo dire la nostra, possiamo e dobbiamo essere decisivi nella politica agricola europea, perché siamo la seconda potenza agricola d’Europa e uno dei tre Paesi che contano nell’Unione. Sui mercati esteri il lavoro delle nostre Ambasciate è la chiave per avere a disposizione gli elementi di confronto con lo scenario internazionale. Continuiamo a puntare sulla qualità perché siamo il Paese della qualità del cibo e ci è riconosciuto in tutto il mondo. Viviamo di qualità, è il nostro valore”.

Questo il messaggio forte e convinto di Francesco Lollobrigida, ministro dell’Agricoltura, lanciato dalla ribalta della Fruit Logistica di Berlino dove si è soffermato a lungo, presentato dal presidente del CSO Italy Paolo Bruni, nella Collettiva “ITALY, the Beauty of Quality”, organizzata dallo stesso CSO Italy insieme a Fruitimprese e con un’importante partecipazione della Regione Calabria.
Perentorio il suo giudizio sul recente dietrofront dell’UE sugli agrofarmaci: “Come si possono eliminare gli agrofarmaci finché non è praticabile un’alternativa? – si è chiesto il ministro -. La decisione presa a Bruxelles appare dunque inevitabile. Come per gli essere umani, se insorgono malattie bisogna curarle. Le alternative ci potranno essere e saranno le benvenute. Si lavori allora su un processo di sostenibilità ambientale accettabile ovvero un processo che permetta la sostenibilità economica delle aziende agricole”.
E alle critiche ai sostegni all’agricoltura che hanno trovato spazio su alcuni organi di stampa, Francesco Lollobrigida ha così replicato: “Se non si danno all’agricoltura le condizioni necessarie per produrre crolla il sistema, l’economia non gira, ci si mette nella prospettiva della desertificazione del sistema nazionale”.
All’inaugurazione della collettiva Italy sono intervenuti, alla presenza del ministro, i più importanti rappresentanti dell’ortofrutta italiana. Davide Vernocchi, presidente di APO Conerpo e coordinatore del settore ortofrutticolo di Alleanza delle cooperative italiane, si è rivolto al ministro chiedendo interventi urgenti straordinari per la gestione delle emergenze del settore. A questo proposito, riferendosi al comparto delle pere, Lollobrigida ha accennato ad un piano di rilancio che preveda ulteriori interventi di sostegno, al che il presidente Bruni ha ricordato l’esistenza di un soggetto dedicato, Unapera, in grado di gestire al meglio gli interventi, presente il presidente di Unapera Adriano Aldrovandi.
Marco Salvi, presidente di Fruitimprese, ha ricordato l’importanza dell’export per il settore: “Ci troviamo nel principale mercato di sbocco dei nostri prodotti. Esportiamo mele in 117 Paesi e kiwi in 99, siamo tra i principali Paesi esportatori di ortofrutta al mondo, copriamo un tassello dell’agricoltura e dell’economia nazionale che merita considerazione. Solo in Germania l’export raggiunge il valore di un miliardo e 600 milioni su un valore complessivo dell’export di 5 miliardi e 300 milioni di euro”. Salvi ha ricordato le conseguenze negative del blocco di Suez.
Il presidente di Coldiretti Ettore Prandini è stato tra i protagonisti dell’evento nell’area Italy: “Viviamo un momento delicato dell’agricoltura europea, un momento nel quale – ha sottolineato – dobbiamo lavorare insieme, stringendo alleanze con industria e distribuzione, evitando pericolose strumentalizzazioni e invece dando risposte concrete alle aziende”. “Sul quotidiano – ha voluto precisare – non si costruisce nulla, sul quotidiano si sprecano risorse, dobbiamo lavorare sugli elementi strategici come il tema delle infrastrutture”.
Il governo è stato rappresentato anche dal viceministro agli Affari Esteri, Edmondo Cirielli.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.