LA CALABRIA PUNTA SULLE NUOVE DENOMINAZIONI D’ORIGINE. GALLO: “INNOVAZIONE E PROMOZIONE PER CRESCERE”

di Cristina Latessa

La Calabria allunga il passo tra le regioni di rilevanza ortofrutticola, spinta da nuove eccellenze, come il cedro di Santa Maria del Cedro (Cs) che ha ottenuto il riconoscimento Dop un anno fa, e dal dinamismo di giovani imprenditori volti a valorizzare i prodotti locali con proposte trasformate innovative e trendy, come la “bergamottata”, bevanda di polpa e succo di bergamotto di Reggio Calabria, perfetta per accompagnare cocktail e spritz.

A fornirci i numeri che descrivono la forza economica della regione nel comparto ortofrutticolo è Gianluca Gallo (nella foto), assessore all’agricoltura, risorse agroalimentari e forestazione della Regione Calabria che il Corriere Ortofrutticolo ha incontrato nell’ampia e scenografica area espositiva allestita dalla Regione alla fiera Fruit Logistica a Berlino. “I dati economici 2022 – osserva l’assessore – ci dicono che il nostro fatturato è passato da 860 a 946 milioni, siamo ora in attesa dei dati 2023. Non è stata una grandissima annata, non so quindi se siamo riusciti a superare, come ci aspettavamo, il miliardo di euro, ma dovremmo esserci vicini”.

“Certamente la Calabria è una regione importante nel settore ortofrutticolo – aggiunge l’assessore – e i dati sul cambiamento climatico ci dicono anche che nei prossimi anni saremo tra le regioni che cresceranno di più, perché le nostre terre sono molto fertili. Inoltre abbiamo una straordinaria biodiversità, le nostre terre sono fortemente irrigate, in Calabria c’è acqua, e il clima, nonostante il climate change, rimane tutto sommato temperato, consentendoci di produrre praticamente di tutto. Un quadro positivo che comunque va organizzato e regimentato meglio. Le parole chiave, lo dico sempre ai nostri agricoltori sono quattro: innanzitutto innovazione, bisogna essere innovativi per avvicinare i giovani e ridurre i costi di produzione, poi formazione e aggiornamento continuo. Terza cosa la cooperazione, c’è ancora molto individualismo, bisogna quindi infondere il concetto di cooperazione che aiuta anche ad avere più forza contrattuale. E ultima ma non per ultima, la promozione, perché bisogna raccontare meglio i propri prodotti e il prodotto territorio. Noi lo facciamo con un’intensa attività di promozione che parte da fiere come questa, nelle quali la nostra Regione si presenta al meglio. Inoltre siamo impegnati con un’ intensa attività di sostegno sia ai prodotti Dop e Igp, sia al settore agroalimentare nel complesso. Ad esempio voglio citare il contratto di servizio che abbiamo stipulato con la Rai che ci consente non solo di essere visibili a Capodanno ma di avere 50 uscite per raccontare la Calabria che esiste, la Calabria degli imprenditori, dei suoi produttori, la Calabria dei suoi prodotti, ma soprattutto la Calabria del suo territorio che è bellissimo, non è secondo a nessuno”.

A breve altri prodotti calabresi entreranno nell’Olimpo delle Denominazioni. “Adesso siamo in corsa per il riconoscimento dell’ Igp al peperoncino di Calabria – osserva l’assessore – e per la Igp sul frutto fresco del bergamotto (sull’olio essenziale di bergamotto già c’è il riconoscimento Dop, ndr). Ma c’è anche il riscontro di un ritrovato interesse giovanile nel settore a sostenere prospettive ottimistiche per il futuro. “Soprattutto i giovani si stanno dimostrando capaci, spingono l’innovazione nell’agroalimentare e sono interessati alle opportunità professionali che offre – rileva l’assessore Gallo – I nostri ragazzi hanno capito che partire per lavorare fuori in una terra che non è la tua, stare due ore al giorno in metropolitana, non parlare con nessuno, vivere in 40 metri, non vedere il sole e il mare, per guadagnare alla fine del mese 2000 euro, di cui 1700 li spendi per mantenerti, non è evidentemente la cosa migliore. Una consapevolezza che fa sì che nel settore si riscontri una crescente occupazione”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.