IL CAAT DI TORINO PREMIATO PER LA QUALITÀ DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ

Promuovere la cultura della sostenibilità illustrando le migliori pratiche e i casi di successo estratti dai bilanci redatti dalle Imprese: è questa la mission che ConsumerLab si è data grazie all’esperienza ultra decennale acquisita nella difesa dei diritti dei consumatori e al suo team accademico e professionale.

Tra 3.500 Bilanci di Sostenibilità censiti da ConsumerLab, Adiconsum, Adoc e Confconsumatori, quello del CAAT è stato selezionato poiché tra quelli ritenuti meglio leggibili e capaci di promuovere la cultura della Sostenibilità, aderente ai seguenti criteri di valutazione e selezione del suddetto indicatore:
– esaustività nella rappresentazione della propria governance di sostenibilità;
– migliore leggibilità, chiarezza, trasparenza e accuratezza delle informazioni fornite;
– good practices per una narrazione efficace, coinvolgente e distintiva.
Un riconoscimento, promosso da Consumer Lab, che mira a valorizzare l’impegno del CAAT nella realizzazione di un Bilancio di Sostenibilità chiaro e ordinato, comunicato in maniera corretta e nella massima trasparenza.

Dichiara il presidente Fabrizio Galliati: «esprimo soddisfazione per il raggiungimento di questo risultato frutto del lavoro di squadra avviato negli ultimi anni che ci sprona a proseguire su questa strada per rafforzare i temi della sostenibilità. Questi temi sono sempre più centrali rispetto ad un modello economico rispettoso e compatibile con ambiente e persone nel quale crediamo fortemente».
Commenta il direttore generale Gianluca Cornelio Meglio: «questa notizia premia il lavoro di squadra svolto e ci motiva ancora di più a proseguire sulla strada dell’indirizzo preso e sulla correttezza di tale scelta. Credo sia davvero un buon risultato sia in virtù dell’impegno profuso sinora, sia come spinta per il futuro. Ringrazio Maurizio Cisi e Milena Gambardella del Dipartimento di Management dell’Università di Torino che ci hanno supportato in questo percorso».

I Consumatori scelgono Imprese che si aprono con trasparenza al mercato, quando presentano un Bilancio di Sostenibilità redatto con attendibilità, dimostrando sensibilità al bene comune, attenzione all’interesse generale e attitudine alla coesione sociale. Il miglior rapporto prezzo-qualità non basta più; conta anche la reputazione costruita con esempi di azioni che producono impatti verificabili, con effetti positivi sul territorio, la società, il mercato.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.