FONDI SU GESTIONE DEL RISCHIO, SODDISFATTE LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

Grande soddisfazione da parte delle associazioni di categoria in merito alle misure di gestione del rischio da parte di Agena e Masaf.

Cento milioni di euro in più per le polizze 2023 in pagamento da parte di Agea già da marzo e 130 milioni di euro in piu per elevare la percentuale di contribuzione pubblica sulle polizze 2022, che raggiungerà così un livello prossimo alla contribuzione media storica assicurata negli anni precedenti alle imprese che hanno sottoscritto polizze agevolate.

Per Coldiretti si tratta di un altro grande successo ottenuto: “Abbiamo lavorato fin dalla sessione di bilancio per dare risposte concrete alle aziende agricole – spiega il presidente di Coldiretti Ettore Prandini – le assicurazioni rappresentano un punto fondamentale per la tutela del reddito e la difesa degli agricoltori. Siamo pronti – aggiunge – a collaborare per migliorare ancora il sistema che garantisca forme di protezione rispetto ai danni provati dal cambiamento climatico. È importante che le risorse vengano erogate il prima possibile e con percorsi certi per le aziende”.

“Aiutare gli agricoltori a far fronte ai costi necessari alla gestione del rischio in loro favore -dichiara il presidente Cia, Cristiano Fini-, è fondamentale dopo il susseguirsi di gravi emergenze meteoclimatiche su vari fronti (alluvione, siccità, grandinate), che sta fortemente pesando sulle nostre aziende”. Con il climate change in atto è, infatti, indispensabile far ricorso a strumenti assicurativi per garantirsi da compromissioni del reddito aziendale causati dagli eventi avversi. “L’ampliamento della base delle aziende assicurate e la diffusione di questi strumenti -conclude Fini- è importante soprattutto nelle aree del centro-sud. Auspichiamo, ora, che le risorse aggiuntive vengano erogate in tempi celeri e che -in ottica di maggiore efficacia- vengano anche adottate misure di semplificazione di tutto il sistema”. _

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.