IL MONITO DI GARDINI AI PRODUTTORI: “SERVE CAMBIARE APPROCCIO. SOLO UNITI SI SOPRAVVIVE”

“Gli agricoltori devono cambiare mentalità. Solo uniti si sopravvive”.

Parole di Maurizio Gardini (nella foto), presidente di Conserve Italia, che intervistato dal Corriere Fiorentino, commenta le recenti manifestazioni degli agricoltori in merito a mancanza di reddito e tutele: “Gli agricoltori dovrebbero mettersi insieme. Così si adegua l’offerta alla domanda”, sostiene Gardini. “L’aggregazione dell’offerta di prodotto dovrebbe avvenire attraverso il modello cooperativo: mettere insieme tanti piccoli per dare loro un più forte potere contrattuale”.

l presidente di Conserve Italia cita alcuni esempi in merito a chi va avanti da solo e chi si aggrega. “Abbiamo stretto accordi con istituti bancari primari per garantire ai nostri soci conferitori le anticipazione colturali. Inoltre il rispetto dei tempi di pagamento contraddistingue la nostra azione verso la nostra filiera. Offriamo incentivi per favorire l’acquisizione delle certificazioni internazionalmente riconosciute che consentono di vendere i prodotti ai prezzi più alti sui migliori mercati. Alle aziende dobbiamo semplificare la vita, ridurre i costi e garantire un adeguato reddito con la valorizzazione del prodotto”.

E sul fatto che gli operatori fatichino a riunirsi tra loro, Gardini conclude: “Gli agricoltori sono molto individualisti. Fanno fatica ad organizzarsi e a guardare oltre il risultato dell’annata. Ma questa ritrosia va superata. Entrare in una cooperativa o associarsi sotto altre forme è un passaggio non eludibile per stare sul mercato”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE

L'iscrizione è quasi completata... Ora dobbiamo solo verificare il tuo indirizzo email, e per farlo ti abbiamo mandato un messaggio con un link di conferma.