Stai guardando: Attualità

Associazioni
0
MEARELLI (ASSOLOGISTICA): “SETTORE CARGO AEREO A RISCHIO”

Con l’assottigliarsi dei traffici per la recessione sono diventati ancor più insostenibili per gli operatori logistici del cargo aereo i costi degli spazi aeroportuali. I gestori degli aeroporti nazionali con la loro ostinata politica di alti profitti sull’affitto degli spazi di movimentazione e stoccaggio merci, stanno decretando il "fuori mercato" degli operatori logistici del cargo aereo nazionale.

Associazioni
0
DA CESENA LA CIA LANCIA LA SUA PROPOSTA PER LA PAC

Come dovrebbe essere la nuova PAC (Politica Agricola Comunitaria)? Una domanda cui la Cia, Confederazione Italiana Agricoltori, ha fornito risposte precise partendo da quanto già consolidato, a Cesena nel convegno “Nuova pac, tra insidie e opportunità”, che ha visto la partecipazione tra gli altri del Presidente nazionale Giuseppe Politi.

Associazioni
0
KIWI, COLDIRETTI LAZIO: “LA REGIONE STA ANDANDO NELLA GIUSTA DIREZIONE”

”L’impegno dell’assessore regionale alle politiche agricole della Regione Lazio, Angela Birindelli, sta andando nella direzione auspicata da Coldiretti Lazio”. Così Massimo Gargano (nella foto), presidente dell’organizzazione sull’intervento dell’assessore a favore del kiwi laziale (leggi news). ”Avevamo sollecitato una misura apposita per finanziare le imprese colpite dalla batteriosi del kiwi".

Associazioni
0
WORKSHOP PER FACILITARE ACCESSO AL CREDITO A IMPRENDITORI AGRICOLI

Facilitare l’accesso al credito per gli imprenditori agricoli e mettere loro a disposizione strumenti finanziari affidabili per aiutarli a superare la crisi congiunturale. E’ questo l’obiettivo dei nuovi strumenti messi a punto dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, con il supporto tecnico dell’Ismea e la collaborazione di Borsa Merci telematica italiana (Bmti) e dell’Abi.

Associazioni
0
AGLIO CINESE IGP, COLDIRETTI: “L’EUROPA RISCHIA DI ESSERE INVASA”

Le organizzazioni professionali di Italia, Spagna e Francia – riunite nel Copa-Cogeca – hanno scritto una lettera al Commissario Cioloş, manifestando la loro contrarietà e preoccupazione per il recente riconoscimento dell’Igp all’aglio cinese “Jinxiang Da Suan”, visto che questo aglio non avrebbe i requisiti di qualità, di legame con il territorio e di reputazione previsti dal Reg.Ue n.510/2006.

Associazioni
0
CAMPANIA, COOPERAZIONE: AUMENTANO OCCUPATI E FATTURATO

‘Coltiviamo valore e valori’: questo il senso del lavoro delle 45 cooperative – operanti tra i vari settori agroalimentari nel comparto ortofrutticolo, iscritte alla Legacoop Campania, che con quasi 2.500 soci e un valore della produzione di circa 141 milioni di euro rappresentano il 6,7% della produzione agricola regionale (dati 2010).

Associazioni
0
ACCORDO UE-MAROCCO, UIAPOA: “CONCORRENZA SLEALE”

L’UIAPOA esprime forte preoccupazione per l’ulteriore liberalizzazione degli scambi commerciali tra l’Unione Europea ed il Marocco per i prodotti ortofrutticoli (leggi news). “L’accordo – spiega UIAPOA in una nota stampa -, riducendo fortemente i dazi di importazione, espone le nostre O.P. ad una concorrenza sleale a cui non è possibile far fronte rischiando di far cadere il settore produttivo".

Associazioni
0
RINCARI ORTOFRUTTA, COOPERATIVE: “NON ABBIAMO AUMENTATO I PREZZI, INFERIORI ALL’ANNO SCORSO”

“Se c’è stata speculazione, non saremo noi a certificarla, visto che stiamo vendendo la frutta a prezzi addirittura inferiori rispetto allo scorso anno”. Questa la posizione dei produttori ortofrutticoli organizzati in cooperative (che rappresentano il 40% della produzione nazionale), convocati dal Garante per la Sorveglianza dei prezzi insieme alle altre sigle sindacali.

Associazioni
0
ACCORDO UE-MAROCCO, GARDINI AVVERTE: “AUMENTERÀ L’IMPORT VERSO L’ITALIA”

Un giudizio negativo sul patto tra l’Unione Europea e il Marocco arriva pure da Maurizio Gardini (nella foto), presidente di Fedagri-Confcooperative. “Quello votato oggi è un accordo che continua a penalizzare l’agricoltura mediterranea, l’ortofrutta in primis e che ancora una volta risulta sbilanciato verso gli interessi delle produzioni continentali e di altri settori economici".

1 217 218 219 220 221 233