Aziende
0
CRESCE IL PROGETTO MAGIC CODE: COINVOLTI 300 DETTAGLIANTI

Dopo il successo del primo anno di test, ritorna e cresce Magic Code, il progetto promozionale riservato ai dettaglianti specialisti in ortofrutta di quattro grandi marche italiane dell’ortofrutta (Melinda, Apofruit, Sant’Orsola e Simba). La fase di test di MagicCode è stata avviata lo scorso febbraio (leggi news) ed ha coinvolto 150 fruttivendoli di Milano, Roma, Brescia, Bergamo e Bari.

Logistica
0
RINNOVATO PER 5 ANNI ACCORDO TRA PORTO DI ZEEBRUGGE E ZESPRI PER INGRESSO KIWI IN EUROPA

Zeebrugge resterà il punto di ingresso principale in Europa per i prodotti Zespri. Il gruppo neozelandese  ha siglato un nuovo contratto di cinque anni col porto belga. Secondo l’accordo – che era entrato in vigore per la prima volta nel 1984 – il porto di Zeebrugge continua a fornire a Zespri i mezzi necessari per stoccare, controllare e imballare i kiwi al loro arrivo dalla Nuova Zelanda.

Fiere
0
MACFRUT VOLA A KIEV ALLA FIERA FRESH PRODUCE UKRAINE

A Kiev si è rinnovato interesse e attenzione per la filiera ortofrutticola italiana e Macfrut in particolare. L’occasione è la partecipazione della fiera cesenate assieme a varie imprese italiane a Fresh Produce Ukraine (Kiev, 28-30 novembre). La collaborazione fra Macfrut e gli operatori del settore ucraini ha avuto importanti incontri in precedenza.

Aziende
0
SAN LIDANO PROTAGONISTA SU RAI UNO A “OCCHIO ALLA SPESA”

Sugli schermi di Rai1, l’azienda San Lidano è stata la protagonista del programma “Occhio alla spesa”, all’interno di “Uno Mattina”. Per la realizzazione della puntata andata in onda lunedì scorso, la cooperativa presieduta da Luciano Di Pastina ha infatti messo a disposizione le proprie strutture e il proprio know-how, focalizzandosi sui prodotti di stagione “spinaci e bieta".

Personaggi
0
NAVE GRIMALDI FERMA FUORI TUNISI, D’AMICO: “SITUAZIONE INACCETTABILE”

”La situazione venutasi a creare nel porto di Tunisi-La Goulette è gravissima perché vengono calpestati i più elementari principi di diritto internazionale sulla liberta dei traffici commerciali”. Lo afferma Paolo d’Amico (foto), presidente Confitarma, l’associazione di categoria degli armatori, commentando la vicenda della nave cargo della Grimaldi ferma fuori dal porto di Tunisi.

Logistica
0
NAVE GRIMALDI BLOCCATA DA SEI GIORNI FUORI TUNISI PER DIVIETO DI ATTRACCO

Dopo sei giorni di attesa, l’Eurocargo Bari (nella foto), nave ro/ro del Gruppo Grimaldi è tuttora ferma in rada a Tunisi per divieto di attracco da parte delle autorità tunisine. L’Eurocargo Bari, insieme alla sua gemella Eurocargo Cagliari, è impiegata sul servizio ro/ro tra Livorno, Genova, Palermo e Tunisi offerto dal gruppo partenopeo, con cadenza trisettimanale.