Associazioni
0
CIA: “SERVE SUBITO UN TAVOLO DI CRISI CON TUTTA LA FILIERA”

Un tavolo di crisi con tutte le organizzazioni della filiera e le regioni interessate; un intervento immediato e straordinario da parte del governo al fine di organizzare un ritiro adeguato dei prodotti invenduti da destinare a canali non commerciali; un invito alla gdo di rivedere la propria posizione e di aderire all’accordo interprofessionale su pesche e nettarine dello scorso 24 giugno.

Aziende
0
I SOLARELLI DI APOFRUIT TORNANO IN TV E IN RADIO

Con una nuova campagna televisiva e radiofonica, Solarelli, il marchio di qualità di Apofruit sarà di nuovo in onda sulle reti Rai e, per la prima volta in contemporanea, su Radio 1 e Radio 2, a partire da domenica 24 luglio. Si tratta di una programmazione che raggiungerà 51,2 milioni di contatti utili e circa 25,2 milioni di responsabili d’acquisto (dati Starcom Italia).

Logistica
0
PORTI PUGLIESI: VERSO UN SISTEMA INTEGRATO TRA BARI, BRINDISI E TARANTO

“Oggi abbiamo posto le basi per la nascita di Porti di Puglia. Si tratta di un unico sistema portuale con tre grandi moli (Taranto, Brindisi e Bari) che movimenta 53 milioni di tonnellate di merci e 2,5 milioni di passeggeri l’anno”. Lo ha dichiarato con evidente soddisfazione l’assessore regionale alle infrastrutture della Puglia Guglielmo Minervini (nella foto).

Logistica
0
CONTAINER: PRODUZIONE IN RIPRESA, IN AUMENTO I PREZZI

Il rapporto di Drewry Maritime Research "Container Census", dedicato al mercato dei container marittimi, rivela che la produzione registra quest’anno una ripresa, dopo il calo del 2010, ma che l’offerta sarà inferiore alla domanda, provocando quindi un aumento dei prezzi. Alla fine del 2010, il valore del parco mondiale di container ha superato per la prima volta i 90 miliardi di dollari.

Personaggi
0
CIOLOS APRE SULLA CRISI DI PESCHE E NETTARINE. SI DECIDE ENTRO FINE LUGLIO

Il commissario europeo all’Agricoltura Dacian Ciolos è possibilista su un’apertura per tentare di risolvere la crisi di pesche e nettarine. Per fronteggiare la crisi di mercato Ciolos ha chiesto ai suoi uffici di esaminare le quotazioni a cui sono ritirati dal mercato i due prodotti. “Si tratta di un prezzo di riferimento – ha spiegato al termine del Consiglio Ue – che non è stato rivisto da 15 anni".