KIWI PIEMONTESE, “INNOVAZIONE E TUTELA PER RIPARTIRE”

Condividi

Si è svolto ieri mattina a Cavour (Torino) l’appuntamento “Kiwi: non siamo al capolinea – Ricerca e innovazione per guardare al futuro” promosso da Agrion, con il patrocinio della Regione Piemonte e in collaborazione con l’Ente Manifestazione di Cavour. Obiettivo dell’incontro discutere sulla situazione, ormai sempre più preoccupante, della moria del kiwi sul territorio piemontese.

Circa 600 i partecipanti, che hanno assistito agli interventi di rappresentanti di Agrion, del Crea della Regione Piemonte, dell’Università di Udine e di Agrea nel Veronese, oltre che di esperti e ricercatori specializzati nel settore, che hanno riportato interessanti dati sulla situazione e sulla sua evoluzione dal 2010 a oggi.

“Abbiamo voluto realizzare questo incontro – spiega il Presidente di Agrion, Giacomo Ballari, che ha moderato la mattinata – per cercare di dare soluzioni concrete per continuare questa coltivazione, che è fondamentale per la nostra Regione, e non solo. I dati riportati dalla Regione Piemonte ci mostrano come, grazie all’impegno, alla ricerca e alle buone prassi messe in campo, è possibile tentare di contrastare questa ‘moria’ di piante: dal 2010 al 2014 sono infatti stati estirpati 1026 ettari di coltivazione a causa della batteriosi, ma dal 2014 a oggi si evince un leggero miglioramento: risulta ridotta quasi a zero, infatti, la superficie di piante estirpate. I dati produttivi del kiwi in Piemonte, negli  anni di riferimento 2010-2016, ci dicono che la superficie di produzione è in continua diminuzione: da 5421 ettari (2010) a 4460 ettari (2017). In forte ribasso anche la quantità di produzione: da 131 mila tonnellate nel 2010 a 76.500 tonnellate nel 2017 (valori stimati): in quest’ultimo anno, risulta inoltre che la ‘moria’ si è diffusa su tutto il territorio regionale. Occorrerà continuare ad agire con prontezza e attenzione per contrastarla, tutelando e valorizzando la coltivazione del kiwi che caratterizza da sempre il nostro Piemonte”.

Sfoglia ora l'Annuario 2023 di Protagonisti dell'ortofrutta italiana

Sfoglia ora l'ultimo numero della rivista!

Join us for

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER QUOTIDIANA PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE