LA COREA ESTENDE L’ESENZIONE DI DAZI ALLA FRUTTA IMPORTATA

Condividi

Il governo coreano ha annunciato che estenderà l’esenzione tariffaria per dieci frutti importati fino alla fine di settembre.

Banane, ananas, manghi, pompelmi, kiwi, avocado, mangostani, ciliegie, durian e mandarini beneficeranno dell’esenzione di dazi all’importazione fino al 30 settembre.

L’esenzione tariffaria, spiega Fruitnet, sarebbe dovuta scadere alla fine di giugno, ma il vice primo ministro e ministro delle Finanze coreano Choi Sang-mok ha annunciato la scorsa settimana l’intenzione di estendere il programma come parte degli sforzi del governo per combattere l’inflazione dei prezzi alimentari.

Parlando alla riunione dei ministri dei prezzi , Choi ha dichiarato che i prezzi al consumo, un indicatore chiave dell’inflazione, sono aumentati del 2,7% a maggio rispetto all’anno precedente. Pur segnando un leggero calo rispetto al mese precedente (2,9%) dopo il picco del 3,1% di marzo, Choi ha affermato che la battaglia per contenere l’inflazione è tutt’altro che conclusa.

“Il tasso di inflazione è rallentato al 2%, ma il livello generale dei prezzi è aumentato, causando difficoltà nella vita della gente comune”, ha dichiarato Choi. “Per stabilizzare i prezzi della vita e dei carrelli della spesa, tutte le aziende devono lavorare insieme”.

Il governo ha annunciato misure per estendere l’esenzione tariffaria su 28 frutti importati, tra cui articoli freschi e congelati. Ha inoltre dichiarato che applicherà riduzioni tariffarie a 12 ingredienti alimentari, tra cui lo zucchero e i chicchi di caffè, mentre per altri sette materiali alimentari, come il burro e il latte intero in polvere, verrà introdotto un adeguamento tariffario basato su delle quote.

June Choi, amministratore delegato del principale importatore di frutta Soo Il Commerce, ha dichiarato a Fruitnet che l’esenzione tariffaria vedrà volumi molto più elevati di frutta importata in Corea nel 2024, con la possibilità di raggiungere “livelli record”.

Tuttavia, l’impatto dell’esenzione tariffaria potrebbe non essere inferiore nella seconda metà dell’anno rispetto alla prima, secondo Hyojun Kim, senior sourcing manager di Shinsegae Food.

“I volumi delle importazioni di banane, ananas e mango si espanderanno, in modo simile a quanto avvenuto tra gennaio e giugno scorsi”, ha dichiarato Kim. “Quasi tutte le importazioni di avocado (Perù), ciliegie (Stati Uniti, Canada e Cile) e kiwi (Nuova Zelanda) sono già esenti da dazi, quindi i loro volumi dovrebbero essere molto simili a quelli degli anni precedenti.

“I volumi di mangostano e durian sono molto ridotti sul mercato coreano. Inoltre, i mandarini non sono disponibili fino a settembre”.

La domanda di pompelmi in Corea è diminuita negli ultimi anni. Dopo aver raggiunto un picco di 25.010 tonnellate nel 2015, i volumi sono scesi a 13.247 tonnellate lo scorso anno. Tuttavia, nelle ultime settimane i volumi delle importazioni sono aumentati, grazie all’esenzione tariffaria, secondo Kim.

“Molti importatori coreani hanno cercato di importare molti pompelmi sudafricani prima della fine di giugno per approfittare dell’esenzione tariffaria”, ha detto Kim. “Se le spedizioni arrivano prima del 1° luglio, non devono pagare la tariffa del 30%. Ma ora l’esenzione tariffaria è stata estesa e i volumi in eccesso stanno arrivando questo mese”.

Choi di Soo Il ha confermato l’arrivo sul mercato di grandi volumi di pompelmo sudafricano. Gli arrivi della 24esima settimana (iniziata il 10 giugno) avevano già superato il volume totale delle importazioni per il 2023. Ha aggiunto che anche le arance australiane arriveranno in grandi quantità a partire dal 25 giugno. “Sembra che ci sarà un eccesso di offerta”, ha detto Choi.

Le arance e l’uva non sono incluse nell’elenco dei frutti esenti da tariffa.

Sfoglia ora l'Annuario 2023 di Protagonisti dell'ortofrutta italiana

Sfoglia ora l'ultimo numero della rivista!

Join us for

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER QUOTIDIANA PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE