PROGETTO ORTIGO, GLI ORTAGGI DEL FUTURO CON MENO CHIMICA E PIÙ MECCANICA

Condividi

Meno chimica, più meccanica. L’orticoltura del futuro va in questa direzione, ma bisogna capire come attuare questo passaggio di consegne e con quali strumenti, a partire dallo studio dell’utilizzo di nuovi biostimolanti e macchinari innovativi. Saranno questi i temi al centro del primo Demonstration Day del progetto ORTI.GO, realizzato da Astra in collaborazione con Astra Innovazione e Sviluppo e rivolto alla valorizzazione dei risultati dei progetti di innovazione per l’orticoltura a basso impatto ambientale, sia da mercato fresco che da industria. L’iniziativa, in programma martedì 18 giugno a Imola dalle ore 15 alle 19.30 circa presso l’Unità Operativa di Astra Innovazione e Sviluppo “Mario Neri” (via Emilia Levante, 18), rientra tra le attività destinate agli operatori del settore. Un momento di incontro e di confronto, interamente dedicato all’orticoltura e al supporto che l’innovazione può garantire nella gestione delle infestanti nelle fasi del post-trapianto e del post-semina.

“Stiamo assistendo a un cambiamento importante nell’orticoltura – spiega Silvia Paolini, responsabile scientifico di ORTI.GO –, anche a causa delle restrizioni europee sulla commercializzazione di determinati prodotti, sia per la difesa che per il diserbo delle coltivazioni, ritenuti troppo nocivi per l’ambiente e vediamo, contestualmente, l’arrivo sul mercato di diversi biostimolanti basati su nuove sostanze attive. Al tempo stesso, occorre capire come gestire il diserbo di svariate colture orticole come spinaci, bietolina e basilico: per farlo dobbiamo confrontarci con le aziende agricole e determinare quali sono le loro reali esigenze, concentrandoci sia sui terreni più sciolti che sulle zone con suoli più duri e tenaci. Il Demoday di Imola servirà proprio a presentare e valutare nuove soluzioni”. 

Il Demo Day si aprirà con un breve convegno introdotto da Nicola Minerva (Direttore Astra Innovazione e Sviluppo), seguito da un intervento di Silvia Paolini sull’importanza dei biostimolanti nell’agricoltura odierna. Subito dopo la parola passerà alla microbiologa Diana Di Gioia, professoressa dell’Università di Bologna, e a Loredana Antoniacci del Servizio fitosanitario della Regione Emilia-Romagna.

Terminato il confronto, spazio a una quindicina di espositori che spiegheranno le caratteristiche di alcuni nuovi biostimolanti in linea con le norme vigenti e illustreranno il funzionamento di diversi sarchiatori, macchinari fondamentali per cercare di ridurre o sostituire l’utilizzo dei diserbanti. Nel corso dell’evento sarà possibile assistere anche a una dimostrazione dell’azienda Bulzoni Meccanica sulla taratura delle barre delle macchine irroratrici. “Sarchiatori ce ne sono tanti, il problema è l’adattabilità sulle varie colture, in particolare su quelle che fino all’uscita dal mercato degli ultimi diserbanti non prevedevano la sarchiatura – sottolinea Nicola Minerva -. L’Europa ha bandito molti tra i principi attivi più efficaci per l’orticoltura e, per questo, dobbiamo valutare in tempi rapidi quali tecnologie si adattano meglio alle varie coltivazioni e ai diversi impianti. Il metodo meccanico dovrà sostituire, almeno in parte, quello chimico. I tempi sono cambiati, dobbiamo prenderne atto e agire di conseguenza”.

A questa iniziativa ne seguirà un’altra nel prossimo autunno: il 9 ottobre, a Cesena (Orticoltura di Precisione Unità Operativa di Astra Martorano 5, in via Calcinaro 1920), è infatti previsto un secondo Demonstration Day dedicato alle alte tecnologie e alla sensoristica in agricoltura. Per iscriversi c’è tempo fino al 30 settembre. 

L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020 – Tipo di operazione: Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione – Focus Area 4B – Progetto: “ORTI.GO – Valorizzazione dei risultati di progetti di innovazione per l’orticoltura a basso impatto ambientale”.

Sfoglia ora l'Annuario 2023 di Protagonisti dell'ortofrutta italiana

Sfoglia ora l'ultimo numero della rivista!

Join us for

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER QUOTIDIANA PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE