RADICCHI VENETI, COLDIRETTI: “I PREZZI CRESCONO DI OTTO VOLTE DAL CAMPO ALLA TAVOLA”

Condividi

Aumenti del 3% per la frutta nel carrello della spesa. Lo confermano i dati Istat relativi all’andamento dell’inflazione a gennaio 2021 che evidenziano un aumento dei prezzi alimentari dello +0.8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Coldiretti Veneto sottolinea che nei campi è invece speculazione al ribasso. Le verdure pregiate come i radicchi in genere – commentano i tecnici dell’Osservatorio regionale di Coldiretti – sono pagati sottocosto addirittura 25 centesimi al chilo. E’ il caso di quello di Chioggia di prima qualità venduto poi al supermercato a 2 euro. Secondo i calcoli di Coldiretti Veneto dal campo alla tavola il radicchio moltiplica otto volte il suo valore: cosi che all’agricoltore rimane il 12.5% al trasformatore il 30% e alla grande distribuzione va il 58%. Gli esempi di una filiera distorta sono tanti: 40 centesimi sono riconosciuti all’orticoltore per il Precoce mentre il consumatore lo paga tre volte tanto al reparto ortofrutta della Gdo. Il Rosso Tardivo vale in campagna dai 2 ai 2,5 euro al chilo ma nella borsa della spesa arriva a 6 euro. La situazione non è migliore – continua Coldiretti Veneto – per altri ortaggi tipici di stagione come le patate riconosciute al produttore a 20 centesimi e vendute a 80/90, i finocchi pagati 70 centesimi e presenti sugli scaffali a quasi 2 euro al chilo, cavolfiori a 80 centesimi nell’orto e a 2 euro in cassa.

L’ondata di freddo ha inoltre un impatto sull’aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni coltivate in serra. Preferire gli acquisti direttamente in azienda o nei mercati di Campagna Amica è quanto più di consigliabile per avere un prodotto stagionale e per conoscere dagli agricoltori caratteristiche e peculiarità – conclude Coldiretti Veneto – ciò aiuterebbe le difficoltà del comparto. Diversamente – insiste Coldiretti Veneto – meglio almeno  verificare l’origine nazionale per essere sicuri di preferire le specialità locali che non sono soggette a lunghi e difficili trasporti e di privilegiare la filiera corta e quanto di meglio offre il periodo della raccolta.

Sfoglia ora l'Annuario 2023 di Protagonisti dell'ortofrutta italiana

Sfoglia ora l'ultimo numero della rivista!

Join us for

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER QUOTIDIANA PER ESSERE AGGIORNATO OGNI GIORNO SULLE NOTIZIE DI SETTORE